venerdì 7 novembre 2014

Le venti canzoni più ascoltate da Stephen King

Ognuno ascolta la musica che desidera. Chiaro. Io, per esempio, in questo periodo ascolto principalmente Donana.

È chiaro, tuttavia, che se dovessi basare la mia carriera di scrittore con il Re della letteratura horror, Stephen King, prendendo in considerazione le venti canzoni più ascoltate mentre lavora o, come dice lui, mentre fa finta di lavorare, potrei dimenticarmi un futuro roseo visto che nella sua lista ci sono soltanto due canzoni che conosco (Tube Snake Boogie degli ZZ Top e The Bug dei Dire Straits) e dubito che le metterei a manetta sul mio Mac. 

La lista risale al maggio del 2008 e va detto che non sono le canzone preferite da Stephen ma per qualche strano motivo le più ascoltate, anche se nel frattempo le cose possono essere cambiate, però è tutto dire e non mi offendo se mi lasciate un parere in merito e magari anche qualche suggerimento musicale in voga da voi

Intanto scorretevi la lista: 

1 - Rock Your Baby di George McCrae 
2 - No Place Like the Right Time di Donna the Buffalo 
3 - City of the Damned dei The Gothic Archies 
4 - The Bug dei Dire Straits 
5 - La Cienega Just Smiled di Ryan Adams 
6 - Candida dei Tony Orlando and Dawn 
7 - Wave On Wave di Pat Green 
8 - If You Wanna Get to Heaven dei The Ozark Mountain Daredevils 
9 - Treat Her Right dei Los Straitjackets with Mark Lindsa 
10 - Too Late to Turn Back Now di Cornelius Brothers & Sister Rose 
11 - Yeah (Pretentious Mix) dei LCD Soundsystem 
12 - Wild, Wild West degli Escape Club 
13 - California Stars di Billy Bragg & Wilco 
14 - Alabama Song di Allison Moorer 
15 - Good Lovin' dei The Young Rascals 
16 - CB Song dei Th' Legendary Shack Shakers 
17 - Castanets di Alejandro Escovedo 
18 - 0394413 di Beau Jocque & the Zydeco Hi-Rollers 
19 - Going to a Go-Go di Smokey Robinson & the Miracles 
20 - Tube Snake Boogie degli ZZ Top 

Fonte: Entertainment Weekly

13 commenti:

  1. Niente. Per me l'inglese e l'arabo son la stessa cosa. Probabilmente ne avrò sentita qualcuna di queste canzoni, però a leggerne i titoli, così, non mi dicono nulla. Ad ogni modo, quando bloggo (perché dire "scrivo" mi pare di commettere una specie blasfemia), credo che potrei tollerare unicamente musica leggera a basso volume, magari solo suonata è ancora meglio :-)

    RispondiElimina
  2. Niente, non ne conosco mezza delle canzoni di questo elenco :P Ma immagino che siano anche tutte molto lontane dai miei gusti.
    Io scrivo quasi sempre senza ascoltare musica ma dovendo scegliere metto in sottofondo musica molto discreta, alla Brian Eno per intenderci.

    RispondiElimina
  3. Candida non lascia supporre niente di buono XD

    Moz-

    RispondiElimina
  4. In Italia abbiamo autori e cantautori eccellenti,per me sempre e solo Battisti,Battiato e F. Dè Andre,le mie preferenze oltre confine vanno per Freddie Mercury...dei brani citati per il re "penso" di non conoscerne neanche una :-) Ho ascoltato Donana,che dire,tuo fratello è un grande,complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, Marina, abbiamo gusti simili. Anche per me la triade è Battisti (meglio il periodo Panella però)- Battiato-De André. A questi aggiungo Luigi Tenco che adoro.
      E tra le voci estere: Freddie Mercury, David Bowie e Leonard Cohen.

      Elimina
  5. Anche io per lo più ignoro i titoli della lista! :P
    Sto ascoltando, proprio in questo momento, Doñana "Colombiana" e mi piace assai ^^
    Prediligo il jazz, ma non ho confini musicali!
    Tra i miei must cito: Blue Train di Coltrane, Mike Patton (con o senza i Faith no More) e Mingus con The Black Saint and the Sinner Lady ^_^

    RispondiElimina