martedì 4 novembre 2014

I libri e gli autori preferiti da Bruce Springsteen, The Boss

Mentre continuano a giungermi segnalazioni di post costruiti sulla falsariga de I dieci libri preferiti da Ulisse - segno che l’idea di partenza era più che buona - oggi torno a fare sul serio e pubblico, grazie al gancio trovato su RTT News, i libri e gli autori preferiti da Bruce Springsteen

Vi confesso che trovare le passioni letterarie del sessantacinquenne cantautore e chitarrista di Long Branch - tra gli artisti pop che più apprezzo - era nella mia mente sin dai primi momenti che ho iniziato a pubblicare questo tipo di curiosità legate ai libri letti da Vip e da altri personaggi. 

Ora The Boss, neanche lo avesse fatto apposta, mi è venuto incontro parlando dei suoi libri preferiti con il New York Timesrecently. 

Durante l’intervista, Springsteen ha detto di aver appena finito di leggere il Moby Dick di Herman Melville Moby Dick e L’amore ai tempi del colera l'amore di Gabriel Garcia Marquez ai tempi del colera, ma non esitato nel fare nomi sulle sue vecchie conoscenze: 

«Mi piacciono i russi, i racconti di Cechov, Dostoevskij e Tolstoy suono i miei prefereti con I fratelli Karamazov e, naturalmente, Anna Karenina.» 

Ha a poi detto: 

«Devo anche aggiungere Philip Roth, Cormac McCarthy e Richard Ford. È diffile trovare qualcosa di meglio di Pastorale americana, Ho sposato un comunista, Il teatro di Sabbath e Meridiano di sangue.» 

Il Boss intanto, proprio oggi, mette in vendita il suo libro - un libro per bambini - Outlaw Pete, edito da Simon & Schuster e realizzato in collaborazione con il disegnatore Frank Caruso "La storia di un uomo che cerca di sopravvivere e correre più veloce dei suoi peccati"



5 commenti:

  1. Beato lui che si ricorda di tutti quei nomi. A me vengono le lacune da commozione proprio quando mi si chiede determinate cose. Vabbé, ma c'è da dire anche che nelle sue tournee Springsteen si è abituato alle interviste.

    RispondiElimina
  2. Cit. "È difficile trovare qualcosa di meglio di Pastorale americana, Ho sposato un comunista, Il teatro di Sabbath e Meridiano di sangue." Insomma ^^ A me P.Roth piace moltissimo, sulla fiducia credo che McCarthy e R. Ford siano scrittori notevoli, ma non è affatto difficile trovare titoli altrettanto belli rispetto a quelli citati :P
    Forse son cattiva (forse...) ma titoli e autori scelti son fin troppo "perfetti" :P

    RispondiElimina