martedì 28 ottobre 2014

Il premio Carver per la narrativa a I cavalli delle giostre di Antonio Gentile

Non so se si tratta di un caso, mi fa comunque piacere di aver portato un pochino di fortuna a un libro segnalato a suo tempo nella mia vetrina settimanale, I cavalli delle giostre di Antonio Gentile, che vince la dodicesima edizione per la narrativa de Il Premio Carver.  

Nato nel 2003 il ControPremio Carver (dedicato alla saggistica, alla poesia e alla narrativa) esiste basandosi soltanto su una semplice e precisa regola: i libri che vengono premiati sono - secondo i giurati - i migliori della stagione e questo indipendentemente dal nome dell'autore (famoso o meno), dal marchio editoriale usato nella pubblicazione e dal successo di vendita del libro. 

Così se anche uno scrittore non ancora conosciuto dal grosso pubblico e pubblicato da una piccola casa editrice, ha scritto un valido romanzo ha serie possibilità di vincere il premio, come è accaduto ad Antonio Gentile per quanto riguarda la narrativa, selezionato tra i seguenti titoli: 

1 - Martino De Vita "Una coscienza inesistente", Kimerik 
2 - Massimo Felice Nisticò "Sono finite le stelle cadenti" , Rubbettino 
3 - Riccardo Imperiali di Francavilla "Dici tu... titolo provvisorio", Tullio Pironti editore 
4 - Claudio Ansanelli "Prima le cameriere e poi le vongole", Homo scrivens 
5 - Alice Malerba "La meccanica dei ruoli", CartaCanta editore 
6 - Gruppo Nove "Party per non tornare", Homo Scrivens 
7 - Emiliano Ereddia "Per me scomparso è il mondo", Corrimano edizioni 
8 - Arnolfo Petri "Camurrìa", Homo Scrivens 
9 - Maria Luisa Pozzi "Ciao vi dirò che la storia siamo noi", Edizioni Memori 
10 - Rosi Polimeni "Le strade del mare", Edizioni Memori 
11- Antonio Gentile "I cavalli delle giostre", Edizioni Anordest 
12 - Rossella Montefusco "La fiaba infinita, le avventure di Pulcinella, Arlecchino e Camicia straccia", La Caravella editrice. 

All’autore va tutta la mia stima, oltre alle mie congratulazioni.



6 commenti:

  1. Adesso speriamo che Antonio Gentile rimanga la stessa persona che era prima di ricevere il premio Carver, mantenendo le stesse abitudini e soprattutto gli stessi amici su Facebook, tra cui me... Ovviamente scherzo e sono felice per lui ed onorato di far parte dei suoi contatti :-)

    RispondiElimina
  2. Figuratevi! Grazie Ferruccio e grazie Jennarì!

    RispondiElimina
  3. Ignoravo l'esistenza di questo Premio :P
    E siccome, curiosando nel sito, si presenta come "Il contropremio dell'editoria italiana" già mi piace! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche io a dire il vero, da tenere d'occhio

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy