sabato 25 ottobre 2014

Gala Cox- Il mistero dei viaggi nel tempo di Raffaella Fenoglio in vetrina

La vetrina settimanale è dedicato al romanzo fantasy di Raffaella Fenoglio, Gala Cox - Il mistero dei viaggi nel tempo, pubblicato dalla casa editrice Fanucci

La storia racconta le vicende di una quattordicenne: Gala Cox Gloucestershire. La ragazzina frequenta il liceo artistico, possiede un’intelligenza fuori dalla norma, una grande passione per le materie tecniche ma ha pure un carattere indeciso. 

Non è neppure un bel momento per lei: la sua migliore amica, Nadia è appena scomparsa per un terribile incidente dai risvolti misteriosi e il suo papà se n’è andato di casa senza una ragione plausibile. 

Così Gala vive con la mamma Orietta, una medium lunatica e autoritaria, e alcuni spiriti come l’indiano Matunaaga e la monaca benedettina Ildegarda di Bingen

La ragazzina ora crede di sapere tutto riguardo aldilà, finché non inizia a frugare nello studio del padre alla ricerca di una traccia che le permetta di ritrovarlo. Scopre così casualmente un mondo sconosciuto che la catapulterà in una realtà parallela e pericolosa. 

Gala vedrà allora crollare le proprie certezze in un vortice inesorabile di avvenimenti e scoperte e soltanto l’amore per le persone a lei care la spingerà a intraprendere una battaglia che la cambierà in una ragazza dal carattere deciso e forte, lontano anni luce da  quanto abbia mai potuto immaginare. 

Incipit:    

Lanciai il libro di Storia nell’armadio. Cadde dal ripiano e s’infilò nello scatolone dei vecchi libri appoggiato sul fondo. Quella scatola era lì da mesi. Non ci avevo più fatto caso. Mi chinai per recuperarlo e scorsi il verde pallido del diario dell’anno precedente. Il cuore mi si fermò per un attimo. 
Lo avevo comprato quando amavo la scuola. Era l’estate di due anni prima. Faceva caldo, in cartoleria c’era l’aria condizionata. Mi ero avvicinata a una catasta di diari colorati: cuccioli, Barbie, Comix, Hello Kitty… 



Raffaella Fenoglio vive a Vallebona – Liguria di Ponente – con il marito, il figlio, il cane Steel e due pesci rossi Indie e Pendent. E’ laureata in Economia Europea, Internazionale e Transfrontaliera. Lavora in mezzo ai numeri. E forse li dà anche…

Con alcune amiche nel 2007 ha fondato l’associazione P.E.N.E.L.O.P.E. impegnata sul territorio nella educazione di genere e nella lotta al femminicidio. 

È la blogger di Tre Civette sul Comò, primo foodblog italiano e tiene una rubrica su Bluecult.it intitolata Non sono zuccherosa. Ama rileggere molte volte gli stessi libri, la pizza e i viaggi in treno. 

È rete-dipendente, allergica alle pesche e ai gatti. E adora i papaveri. Non mette lo zucchero nel caffè e porta l’orologio al polso destro. 


Per partecipare seguite le regole e le direttive richieste al post: Una settimana su facebook, oppure scrivete un messaggio a ferrugianola@hotmail.com 

Pagina facebook del blog

4 commenti:

  1. Buongiorno, Ferru, volevo solo dire a Raffaella che la vita sa già essere tanto avara di dolcezze che prendere anche il caffè "amarostico" mi pare come se fosse un inno al dolore. Ma se ama la pizza, la perdono... ^_^

    RispondiElimina
  2. Sicuramente avvincente la trama,è il genere letterario che prediligo,il mistero m'affascina !

    RispondiElimina