lunedì 15 settembre 2014

La rivista letteraria più vecchia d’America

Se non fosse che durante la seconda guerra mondiale la sua pubblicazione venne interrotta, la North American Review oggi non figurerebbe tra i Record Culturali solo come la rivista letteraria più vecchia d’America ma risulterebbe anche la rivista letteraria pubblicata da più tempo, declassando la Yale Review al secondo posto. 

Purtroppo non è così. 

Fondata a Boston nel 1815 dal giornalista Nathan Hale e altri, la rivista fu pubblicata ininterrottamente fino al 1940, quando Joseph Hilton Smyth, che aveva acquistato la rivista, fu condannato come spia giapponese. 

La pubblicazione è ripresa nel 1964 al College di Cornell (Iowa) sotto Robert Dana e dal 1968 la University of Northern Iowa ( Cedar Falls ) è la sua sede di pubblicazione. 

Sulle sue pagine hanno collaborato e scritto personaggi come Lee K. Abbott, Margaret Atwood, Marvin Bell, Vance Bourjaily, Raymond Carver, Eldridge Cleaver, Guy Davenport, Gary Gildner, David Hellerstein, George V. Higgins, Donald Justice, Yosef Komunyakaa, Barry Lopez, Jack Miles, Joyce Carol Oates, David Rabe, Lynne Sharon Schwartz, Anthony Storr, Kurt Vonnegut, e molti altri. 

Negli ultimi venti anni del secolo scorso, la North American Review ha vinto il National Magazin Award per la narrativa due volte ed è stato finalista per lo stesso premio quel premio cinque volte. 

Per quanto riguarda la grafica, illustrazioni della NAR sono stati scelti per l'inclusione nella Communication Arts' Annuals, the Society of Publication Designers' Annual, Print's Regional Design Annuals, e the Society of Illustrators. Inoltre la NAR ha vinto due volte l’Eddie e Ozzie Award per la migliore copertina tra riviste dei consumatori. 

Buon Record Culturale a tutti.


Fonti: Wikipedia.

10 commenti: