sabato 30 agosto 2014

Blueberry, il fumetto western in vetrina

Dalla rete non scappa nulla. Il web è sempre attento. Due giorni fa avevo pubblicato un articolo dove parlavo delle mie lacune in merito alla nuova collana a fumetti dedicata agli appassionati del genere western: Blueberry in uscita sullo store della Gazzetta dello sport. 

Neanche farlo apposta nell’arco di poche ore ho ottenute le risposte che desideravo. 

A darmi una mano per colmare le lacune ci ha pensato Chiara Puglia

Chiara Puglia lavora per Viralbeat, una Social Media Company specializzata nell’innescare e misurare il buzz online, nata nel 2004 dall’esperienza di riconosciuti pionieri italiani del settore specializzati nell’attivare e gestire la relazione fra il brand e il suo mercato. 

Sono state lei e la società per la quale lavora a mettermi a disposizione il materiale utile ad approfondire la mia conoscenza sull’eroe. Materiale che mi consente, oggi, di metterlo in evidenza sulla mia vetrina settimanale.   

Ora non sono più così ignorante. 

Conosciuta a livello mondiale, la serie di Blueberry, nata negli anni 60’, sceneggiata da Jean-Michel Charlier e disegnata dal grande Jean Giraud in arte Moebius, è considerata un capolavoro del fumetto del suo genere. 

L’ambientazione e le atmosfere del fumetto sono quelle tipiche e adorate dagli appassionati del genere western: cowboys, nativi, sparatorie, inseguimenti, saloon. 

A rendere però speciale e unica la serie, è la rappresentazione realistica di una frontiera americana un po’ distante dagli stereotipi classici ai quali siamo abituati, favorendo una narrazione complessa e avvincente che non perde il suo fascino nonostante gli anni trascorsi dalla stesura delle storie. 

Un piano d’opera, quello della Gazzetta dello sport che prevede 37 uscite settimanali

Insomma cari amanti del west caricate le vostre pistole e siate pronti a sparare. 


Per partecipare seguite le regole e le direttive richieste al post: Una settimana su facebook, oppure scrivete un messaggio a ferrugianola@hotmail.com 

Pagina facebook del blog

6 commenti:

  1. Adesso, grazie a Chiara, e, ovviamente a te, nemmeno a me si potrà più dare dell'ignorante su Blueberry :-)

    RispondiElimina
  2. Dopo la morte di Charlier, Moebius si è occupato anche dei testi, ma non so per quante storie. Io ne ricordo una sola...

    RispondiElimina
  3. In questo campo sono il re,anzi la regina ;) delle ignoranti,non amo il genere western ,chiedo perdono a tutti gli amanti di Tex,Blueberry & company,primo fra tutti mio marito :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so Marina. Un giorno chiederò un guest post sui fumetti a tuo marito :-D

      Elimina