martedì 8 luglio 2014

#Sapevatelo: il latte e La metamorfosi di Franz Kafka

Franz Kafka
Da ragazzino, almeno con me è successo così, uno dei primi scrittori che ti consigliano di leggere e Franz Kafka con il racconto La metamorfosi

I maestri e i professori di scuola (si parla di tempo tardo elementare e scuole medie) non ti consigliano altro, tanto che impari cosa succede nella storia ancora prima di leggerla. 

D’altra parte non so quante volte per un motivo o per l’altro mi è capitata davanti, in una versione o nell’altra. 

Ricordo, però, di averla letta molto tardi nella sua interezza e di non esserne mai stato completamente soggiogato. D’altra parte Kafka è un autore che non ho mai amato, lo avevo citato anche nella Top Ten degli scrittori choosy

Forse più per caratteristiche biografiche - non mi è mai sembrato tanto simpatico - che artistiche e questo sicuramente non mi rende merito. Fatto sta che non ho mai letto altri racconti, a parte La metamorfosi e nessuno dei suoi romanzi incompiuti: Il processo, America, e Il castello

Ora, spero, di riuscire a trarne un’idea precisa e definita, magari con i vostri commenti: dubito che tutti abbiano un’idiosincrasia per l’autore austro ungarico e poi cecoslovacco


Incipit:

Gregor Samsa, destandosi un mattino da sogni inquieti si trovò trasformato nel suo letto in un enorme insetto ripugnante. Se ne stava sulla schiena, dura come una corazza, sollevando un po’ la testa scorse il suo ventre arcuato, scuro e diviso in tanti segmenti ricurvi, in cima a cui la coperta del letto ormai prossima a scivolar giù tutta, si manteneva a fatica. Le numerose zampe, penosamente fitte e sottili se comparate alla sua normale corporatura, annaspavano senza tregua proprio sotto il suo sguardo. 


Dimenticavo, se vi state chiedendo cosa ci fa il latte nel titolo, #sapevatelo che Franz Kafka beveva moltissimo latte. Lo dice il nytimes.

8 commenti:

  1. Ho studiato Kafka per la maturità quest'anno... Quest'opera non l'abbiamo affrontata in classe, ma a quanto pare tutta la produzione di Kafka è concentrata sul disagio, l'angoscia, il rapporto padre-figlio... Cmq, se leggi la "Lettera al padre" (destinata al padre, ma mai consegnata), forse si capisce l'intera produzione di Kafka... Così aveva detto la prof., e così è stato ;) Buona giornata... Giada.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazia Giada, prezioso consiglio, mi auguro che la tua maturità abbai avuto esiti più che positivi

      Elimina
    2. Oh si... Grz ;)

      Elimina
    3. Bravissima, in bocca al lupo per tutto

      Elimina
  2. Ovviamente anche io sono tra quelli che lo ha letto ai tempi del liceo, ma non perché imposto, per fortuna^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con questo post, sto tornando ai tempi della maturità LOL

      Elimina
  3. Per fortuna i miei insegnanti avevano altre vedute sui racconti a scuola, diciamo meno traumatizzanti. Ho letto però da grande "La metamorfosi", e devo ammettere che in un primo momento mi aveva appassionato, ma, dopo un po', a proposito del latte, me lo ha fatto venire alle ginocchia :-)

    RispondiElimina