mercoledì 21 maggio 2014

I dieci articoli meno letti del mio blog

In questi giorni, e penso almeno sino a metà di settimana prossima, ritento sia un po’ da presuntuosi pensare di creare qualche articolo crac in grado di fare un boom di visite se non si parla espressamente di politica. 

Siete d'accordo con me, vero? 

I trend, le news e tutto quello che fa traffico, al momento, è rivolto alle imminenti votazioni politiche. Piaccia o no, ed è del tutto naturale per conto mio. 

Ho così pensato di rispolverare per la giornata odierna gli articoli meno letti del mio blog. Tanto visto l’aria che tira ci possono solo guadagnare qualche visita o qualche click. 

Ne ho scelto dieci per fare un po’ di scena e per poterli inserire in una top ten. Alcuni non ricordavo neppure di averli scritti, altri invece mi hanno sfavorevolmente colpito vedendoli in quelle condizioni perché pensavo fossero di un altro valore. 

Ma forse non hanno neppure nulla a che vedere con la qualità e il valore, magari dipende soltanto da giornate storte o da periodi di web distacco. Sono tutti articoli di qualche anno fa e raramente hanno superato il centinaio di letture. 

In alcuni casi sono delle semplici gallerie fotografiche, in altre delle subdole furbate per creare uno pseudo contenuto (cose che non faccio più adesso) 

È stato piacevole rispolverarli: tempo dopo ti chiedi cosa di spinge a scrivere certe cose. 

Un giugno da trincea 
Prima o terza persona per un premio nella notte di San Lorenzo? 
Sconvolgente 
I paesini curiosi di Least Heat Moon 
E così sono volati tre mesi del mio mondo 
Woman 
Chiamiamola primavera 
Musica sempre attuale, per me 
Buon ferragosto 
Coricarsi d'estate e svegliarsi d'inverno

23 commenti:

  1. Dopotutto sbagliando si impara, no? I meno visitati del mio blog sono quelli che contengono i capitoletti della blog novel e credo sia abbastanza normale.

    RispondiElimina
  2. Di certo in questi giorni la politica sta facendo alzare lo "spread-blog", cioè il differenziale di rendimento tra i post con le visite più basse e quelli con i consensi più alti... Vabbè, Ferru, cestina pure questo commento che non mi piglio collera... :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per nulla lo cestino è un commento bellissimo

      Elimina
  3. ahah, geniale la classifica dei flop post! :)

    RispondiElimina
  4. A volte ti rendi conto solo a mente fredda che un certo articolo interessa a poca gente, altre volte però un articolo può avere inizialmente pochi lettori ma per qualche motivo può continuare a richiamarne qualcuno nel tempo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero Massimo, hai ragione. Sai quante volte pensi di indovinare articolo e invece... e viceversa

      Elimina
  5. Questo post è fantastico e quella nave rende bene l'idea!
    Dovrei fare una cernita anch'io di ciò che pensavo potesse interessare di più e invece si è rivelato un flop.

    RispondiElimina
  6. Ora su Sconvolgente hai sicuramente una lettura in più :)
    Ahaha, titoli un po' paraculo, ma ci sta, dai^^

    Moz-

    RispondiElimina
  7. Eh gia' di questi periodi e' la politica che viene messa al di sopra di tutte le notizie e anche quelle piu' importanti vengono messe in secondo piano. Poi in generale puo' capitare di scrivere un articolo a noi molto interessante ma per gli altri meno. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, per qualche settimana la rete è loro

      Elimina
  8. Te le inventi tutte!!!! Ma ora fai anche la lista dei post meno sei seguiti?? sei terribileeee!!!! ^_^

    RispondiElimina
  9. Beh è il caso che li vada a leggere allora ^__^

    RispondiElimina
  10. in questi giorni la politica è ossessionante veramente ,post del genere io cerco sempre di evitarli ! tanto non cambia mai nulla!

    RispondiElimina
  11. E' bello che una persona si metta in discussione con se stesso e tu con questo articolo l'hai fatto, avevo in mente di farlo ad agosto per il mio blog..

    RispondiElimina
  12. Curioso che in questa top ten al negativo confluiscano alcuni dei titoli più romantici dei post dell'intero blog oltre che i carinissimi auguri per la festa della donna! Gira e rigira viene davvero il dubbio: mi sa che la politica paga sempre di più!

    RispondiElimina
  13. Dai non te la prendere per gli articoli poco letti. Ma se possoo permettermi, crexo che dovresti usare dei titoli che diano un po' più l'idea dell'argomento del pezzo :)

    RispondiElimina