lunedì 3 marzo 2014

Il primo libro di viaggio della storia: Periegesi della Grecia

Ieri vi ho portato a pranzo sulle Strade blu di William Least Heat-Moon e questo meraviglioso libro di viaggio (non mi stancherò mai di scriverlo) mi ha suggerito di ricercare quale sia il primo autore che ha trattato nella storia una simile tematica: i miei record letterari sono sempre affamati. 

A tal proposito, risulta che Periegesi della Grecia o Guida della Grecia, Viaggio in Grecia, o ancora Geografia: un lavoro storiografico e geografico del secondo secolo dopo Cristo potrebbe essere considerato il primo libro di viaggio delle storia. 

Scritto da Pausania il Periegeta, scrittore e geografo greco antico, d'origine asiatica - bisogna dire la verità - risulta riduttivo chiamare libro la Periegesi della Grecia visto che l’opera è composta da ben dieci volumi. 

Ognuno di questi volumi è intitolato con un nome di una determinata zona della Grecia e ciascuno di questi libri poi è diviso a sua volta in tanti capitoletti nei quali l’autore tratta la posizione geografica, le usanze locali, i miti che caratterizzano determinate zone oltre agli avvenimenti accaduti più importanti e informazioni sui personaggi più famosi che ha ospitato: Attica, Corinzia e Argolide, Laconia, Messenia, Elide,  Olimpia, Acaia, Arcadia, Beozia,  Focide e Locride Ozolia.  

Insomma Pausania, per conto mio, non sfigura affatto come il padre di Ibn Batutta o Marco Polo o in tempi più recenti di Bruce  Chatwin, di Paul Theroux e di William Least Heat-Moon - tanto per rimanere in tema, come ho scritto all’inizio, con il post di ieri.

Fonti: Wikipedia

8 commenti:

  1. Coincidenza: in entrambi i nostri post odierni figura il nome di Bruce Chatwin!

    RispondiElimina
  2. 2° secolo dopo Cristo, wow.........

    RispondiElimina
  3. Peccato non possano esserci le foto dell'epoca ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già sarebbero davvero interessanti, chissà se sarebbero come vengono presentati al giorno d'oggi

      Elimina
  4. Interessante. Io ho letto alcuni libri di viaggi, ma in questo caso c'è anche la curiosità storica.

    RispondiElimina