martedì 31 dicembre 2013

Le cose belle del 2013

Come capitato in altre annate, anche in questi giorni di festa e di vacanza le news quotidiane sono guastate da eventi che purtroppo non sono affatto piacevoli. 

Drammi che lasciano sgomenti e un po’ di amarezza addosso - quasi allo stesso modo delle miserie personali - anche se ti toccano da lontano. 

Probabilmente avete intuito di cosa sto parlando e preferisco non aggiungere altro anche per non apparire retorico

Dopotutto non voglio che gli articoli del mio blog diano un’immagine pessimistica e negativa: nonostante gli alti e bassi a cui naturalmente si va incontro, credo sia contro la mia stessa natura visto che giorno dopo giorno e anno dopo anno, quest'ultima, acquisisce sempre maggior consapevolezza. 

Il bicchiere bisogna sempre vederlo mezzo pieno, anzi, senza passare per metafore, dico che bisogna vedere sempre il lato bello della vita abituandosi ad accettare anche fatti non proprio piacevoli. 

Per questo non farò un certo tipo di bilanci, niente resoconti sul dare e sull’avere che l’anno mi ha presentato, sia per quanto riguarda il blog, sia per quanto riguarda le cose più profonde. Nessun bilancio perché tutto, ma proprio tutto quello che mi è passato davanti lo vedo solo nell’ottica dell’insegnamento e della crescita personale. 

Non ci vedo delusioni nell’anno trascorso, come non ci vedo facili entusiasmi dovuti ai piccoli successi. Allo stesso modo non voglio portarmi dietro rancori se non gratitudine, per tutti. 

Gratitudine per quelli che ho urtato e per quelli che mi hanno urtato. Gratitudine per quelli che ho reso felici e per quelli che mi hanno reso felice. Gratitudine per coloro che in qualche modo ho offeso con il mio atteggiamento perché così avrò la capacità di cambiarlo e gratitudine anche per chi mi ha offeso, magari senza volerlo. Gratitudine per coloro che mi hanno dato una mano e un appoggio e gratitudine anche per coloro che me lo hanno negato. 

Gratitudine anche solo per chi e apparso nella mia vita apparentemente senza motivo.

Insomma ringraziare tutti voi - visitatori, lettori, amici dal vivo e amici solo virtuali - per quello che mi avete dato, credo sia il miglior augurio che si possa fare sperando che l’anno in entrata sia ancora più impressionante - nel senso buono - di questo. 

Niente altro, niente numeri! 

Solo cose belle!

21 commenti:

  1. te lo auguro di cuore, solo cose belle e non solo per il 2014.Buon anno.

    RispondiElimina
  2. Auguri anche a te Ferruccio per un grande 2014!

    RispondiElimina
  3. Beh, che dirti, buona fine dell'anno, divertiti e spacca tutto... e poi... buon inizio! XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Moz lo faremo in senso buono, ovvio!

      Elimina
  4. Peccato, qualche numero per l'estrazione di fine anno mi avrebbe fatto comodo ... Buon 2014 a te e a tutti! :-)

    RispondiElimina
  5. Auguri a te per un sereno e proficuo 2014!

    RispondiElimina
  6. Auguri anche a te, Ferruccio! Per un sereno 2014.

    RispondiElimina
  7. Gratitudine anche a te da parte mia che apprezzo il lavoro che svolgi con il tuo blog,per tutte le curiosità che porti a nostra conoscenza...complimenti! Ti auguro un 2014 ricco di piacevolissimi momenti!

    RispondiElimina
  8. La gratitudine dovrebbe essere una cosa ovvia, ma spesso non lo è affatto. Ottima la tua scelta di eleggere la gratitudine a elemento centrale del tuo "bilancio" di fine anno.
    E buon anno nuovo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Ariano... i bilanci vanno visti nell'ottica della crescita e basta

      Elimina