lunedì 16 dicembre 2013

La più vecchia romanziera del mondo: Ida Pollock

Il primato odierno legato alla rubrica record culturali oggi se lo prende la scrittrice e pittrice inglese Ida Pollock, morta il 3 dicembre scorso a Lanreath, cittadina della Cornovaglia, dove la scrittrice abitava dal 1986. 

L'autrice ha al suo attivo 120 libri, quasi tutti pubblicati con l'editore londinese Mills and Boon, aveva centocinque anni ed è stata definita la più vecchia romanziera del mondo

La signora Pollock ha scritto usando vari pseudonimi, (J. Allen, Susan Barrie, Pamela Kent, Averil Ives, Anita Charles, Barbara Rowan, Jane Beaufort, Rose Burghley, Maria Whistler e Marguerite di Bell). 

Cominciò a scrivere racconti dopo aver ereditato l'amore per la lettura da sua madre, benché abbia anche confessato in un intervista alla BBC che iniziò a scrivere dopo che ebbe in regalo da sua madre una macchina da scrivere. 

A quattordici anni pubblicò il suo primo romanzo The Hills of Raven’s Haun, ma il suo primo vero lavoro fu pubblicato a metà degli anni trenta con lo pseudonimo di Joan Allen

Fra le sue storie, tutte da riferirsi alla narrativa rosa, Il tappeto dei sogni, Hotel Stardust, Caro Tiberius, Porpora reale, Il signore di Melincourt e Il segreto del cuore

Nel 1960 fu tra le fondatrici della Romantic Novelists' Association (cui ottenne a titolo onorario il ruolo di vice presidente proprio in occasione del suo 105esimo compleanno), l'associazione britannica che riunisce più di settecento scrittrici di romanzi rosa, agenti, editori e altri professionisti dell'editoria.

2 commenti:

  1. Non ricordo di aver letto uno dei suoi lavori,anche se "Il signore di Melincourt" mi dice qualcosa,ma in questo momento non saprei ...magari è stato tratto un film da questo libro...comunque complimenti perchè ha ,anzi aveva raggiunto un'età da far invidia!

    RispondiElimina