venerdì 22 novembre 2013

La differenza tra erotismo e pornografia: qualcuno me la spiega?

Esce in questi giorni in Italia La giostra del piacere, opera del drammaturgo, saggista e romanziere francese Eric-Emmanuel Schmitt

Il libro è da settimane in testa alle classifiche di vendita in Francia, ma pur essendo ad alto contenuto erotico non può essere catalogato, secondo quando dice lo stesso autore, nel filone (pornografico?) riaperto nel 2011 da lavori come Cinquanta sfumature di grigio di E. L. James. 

La dichiarazione mi lascia perplesso. Non ho letto nessuno dei due libri che ho citato ma mi basta il paragrafo appena scritto per chiedermi se esiste qualche differenza tra il termine di erotismo, associabile al primo titolo, con quello di pornografia, associabile invece al secondo. 

Il discorso vale sia per la letteratura e anche per la cinematografia. 

Ora, benché i due termini, siano visti in maniera intellettualmente distanti, e nonostante in rete e anche nella bibliografia siano presenti molti articoli e molti testi in grado di spiegarne la differenze, corrono dal mio punto di vista sul filo della lama di un coltello

È plausibile che dal punto di vista di chi realizza un film o di chi scrive un libro l’intento di servirsi di uno o dell’altro predisponga animo, atteggiamento e obiettivi qualitativi diversi ma allo stesso punto ritengo sia molto difficile coglierne la differenza da spettatore o da lettore se non esiste un’analisi critica a monte. 

 O almeno questa è la percezione che ho sempre avuto io. 

Da una parte una forma artistica e dall’altra una forma di depravazione, ma dove si trova il punto di rottura?


9 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. ti ho citato e ho citato questo articolo qui http://ulisse-compagnidistrada.blogspot.com/2013/11/nuda-sul-web-per-pagarmi-gli-sfizi.html

    RispondiElimina
  5. mi avev chiesto yuna definizione di erotismo quii ne trovi d'interessanti http://mariodomina.wordpress.com/2013/11/26/secondo-lunedi-eros-e-agape/#more-11480

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giuseppe, molto gentile e sito interessante:-)

      Elimina
  6. Post interessante, perché mi coinvolge direttamente. Nel senso che è una domanda che mi pongo sul mio "L'Estate dei fiori artici" praticamente da quando ho cominciato a scriverlo (da tre anni tra una settimana): E' erotismo o pornografia? Boh, dipende dalle pagine... forse. Alcune pagine sono più erotiche (nel senso di più suggerite), altre più pornografiche (nel senso di più esplicite).
    Ma del resto questa domanda può riguardare anche i mostri sacri della letteratura: per esempio, "Sexus" di Henry Miller è erotismo o pornografia?
    Nel cinema c'è un caso interessante di linea di confine: il regista Walerian Borowczyk, i cui film (chiaramente erotici e non pornografici) erano considerati inadatti sia per le sale a luci rosse (troppo poco) sia per le sale canoniche (troppo).
    Prendiamo poi, sempre nel campo cinematografico, certi casi di film non di genere erotico (e tanto meno pornografico) in cui però non solo l'atto sessuale è presente ma non è neanche simulato. Un titolo fra tutti: "Antichrist" di Lars von Trier, catalogato come horror.
    Insomma, è un vero guazzabuglio da cui dubito che sia possibile trarre conclusioni definitive.

    RispondiElimina
  7. Me lo sono sempre chiesta anch'io dove sta la differenza,ma non ho mai trovato risposta,anche se,a parer mio,si usano queste due parole per descrivere un unico genere,con erotismo lo si descrive in modo "elegante",con pornografia in maniera di bassa qualità...ma sempre quello è...se non è zuppa e pan bagnato!!!

    RispondiElimina