giovedì 28 novembre 2013

Da Dante a Shakespeare: dieci flatulenze letterarie

Un detto delle mie parte dice che A parlare di c*** e di m**** l’anima si conserva ed è questo detto che mi ha suggerito questa particolare top ten letteraria. 

Non c’è nessun fraintendimento nel titolo e nessuna intenzione sarcastica

Ho cercato di verificare se in letteratura esistono libri e racconti dove gli argomenti trattati sono quelli citati e ne è uscito un post sulle flatulenze. 

Magari ne siete già a conoscenza, ma anche questa è letteratura

1 - Nella celeberrima Divina Commedia di Dante Alighieri, l'ultimo verso del Canto XXI dell'Inferno recita: «ed elli avea del cul fatto trombetta», è in relazione all'atto del diavolo Barbariccia che con una flatulenza dà inizio alla marcia della sua cricca di diavoli. 

2 - Il disprezzo de Il giovane Holden di J.D. Salinger, mentre ascolta in una cappella un sermone fasullo di un pastore, viene temporaneamente interrotto quando un ragazzo seduto nella fila davanti a lui, Edgar Marsalla , emette una scoreggia eccezionale. 

3 - Nell’Ulisse di James Joyce - Il protagonista del romanzo, Leopold Bloom, è descritto in una scena dove è seduto con calma sopra il suo odore in aumento. 

4 - Nella Commedia degli errori di William Shakespeare, nel terzo atto, il personaggio di nome Dromio fa un chiaro riferimento alle scoregge 
A man may break a word with you, sir, and words are but wind 
Ay, and break it in your face, so he break it not behind. 
(secondo alcuni critici, negli atti shakespeariani, le scoregge sono più comuni di quanto ci si potrebbe aspettare). 

5 - In Notre-Dame de Paris, Victor Hugo fa emettere rumorosamente una scoreggia a una prostituta. 

6 - Nel romanzo di Erich Maria Remarque, Niente di nuovo sul fronte occidentale, un soldato emette rumorosamente un peto: il suo commento? “Ogni fagiolino fa il suo versino”. 

7 - Nel Racconto del Mugnaio (uno de I racconti di Canterbury di Chaucer), il personaggio di Nicholas sporge il suo sedere da una finestra ed emette un peto in faccia al rivale Absalom. La reazione di Absalom è quella di marchiare il sedere di Nicholas con un attizzatoio ardente. 

8 - Nella novella di De Sade, La filosofia del boudoir, il filosofo e tutore della protagonista pretende che la Marchesa St. Ange emetta una flatulenza su di lui piuttosto che offenderlo facendolo per conto proprio. 

9 - Nel saggio The Benefit of Farting, Jonathan Swift, - autore dei Viaggi di Gulliver - dimostra di essere un profondo conoscitore delle flatulenza e spiega che ci sono diverse specie di scoreggia, tra le quali: il peto sonoro, la doppia scoreggia, la scoreggia morbida, la scoreggia umida e la scoreggia vento scontroso. 

10 - Nel Simplicius di Hans Jakob Christoffel von Grimmelshausen, al protagonista Simplicio viene suggerito di trattenere le flatulenze a tavola spingendo più che si può e pronunciando le parole «je pète, je pète, je pète!», naturalmente accade l’opposto. 

Fonti: 

8 commenti:

  1. Un bel po' di puzzette

    Franco

    RispondiElimina
  2. :-D
    Come curiosità letteraria è sicuramente divertentissima.

    RispondiElimina
  3. Ragazzi quella si che è energia alternativa!!!

    RispondiElimina
  4. Simpatico questo post,la foto iniziale mi ha fatto tanto ridere e mi ha riportato alla mente un lontanissimo ricordo ed esattamente a quando avevo circa 16 anni ( e acqua ne è passata sotto i ponti :( ) .....un ragazzo che frequentava la mia compagnia si divertiva ,insieme ad un altro,a farci vedere queste grandi fiammate,lo faceva però solo quando indossava i jeans perchè sosteneva che non prendevano fuoco :) ...lui dava libero sfogo e il suo caro amico aspettava con l'accendino che accendeva solo al grido di "appiccia appiccia " ...quante risate quando vedevamo la fiammata :)

    RispondiElimina
  5. Argomento che riesce sempre e comunque a suscitare ilarità. :D "ogni fagiolino fa il suo versino" è stupenda!

    RispondiElimina