sabato 5 ottobre 2013

Come essere figo con i nove consigli di Mark Twain

Che Mark Twain, pseudonimo di Samuel Langhorne Clemens, sia stato uno dei più grandi scrittori americani, anzi del mondo è fuor di dubbio. 

Le avventure di Huckleberry Finn e Le avventure di Tom Sawyer sono libri popolarissimi e conosciuti credo da tutti. 

Tuttavia oltre a essere un grande scrittore, Mark Twain è stato anche un insegnante e un umorista con una grande sagacia per la satira. 

Sul web è facile trovare delle citazioni scritte da lui, come queste nove perle che ho trovato su Positive Blog, commentate da Henrik Edberg

Le ho tradotte Come essere figo con i nove consigli di Mark Twain e spero di aver azzeccato il titolo: 

1. Approvate voi stessi: un uomo non può stare bene senza la sua approvazione. Con la vostra approvazione otterrete la volontà di fare ciò che desidererete veramente. 

2. I vostri limiti possono essere solo nella vostra mente. Non preoccupatevi troppo di quello che può pensare la gente dei vostri difetti, vi lascereste condizionare e i danni sarebbero molto più evidenti dei vantaggi 

3. Rilassatevi e divertitevi. L'umorismo è più grande benedizione dell'umanità. L’umorismo e le risate sono strumenti incredibili: possono trasformare qualsiasi situazione grave in qualcosa da ridere. 

4. Lasciate andare la rabbia. Al contrario dell’umorismo la rabbia è un acido che può fare più danni al vaso in cui è coltivata che dove viene versato. 

5. Non aspettatevi nulla di gratuito e non andare in giro a dire che il mondo vi deve qualcosa. Il mondo non vi deve nulla e qui da prima di voi. Questa convinzione può causare un sacco di rabbia e frustrazione nella vita. D'altra parte, questo può essere liberatorio questo aspetto. Vi rendete conto che sta a voi modellare la vostra vita. 

6. Se prendete una strada diversa, preparatevi alla reazioni. Se si inizia a cambiare e a fare qualcosa di diverso rispetto al solito rendetevi conto che le persone possono reagire in modi diversi. Alcuni potranno essere felici per voi. Alcuni potranno mostrarsi indifferenti. Alcuni potranno essere perplessi e soprattutto potranno scoraggiarvi. 

7. Cercate di mantenere la vostra attenzione in maniera costante su ciò che volete. Trascinate i pensieri che vi turbano lontano dai vostri propositi e concentratevi il più possibile sul positivo della situazione che vivete abbandonando il vittimismo e la negatività.  


8. Non concentrarti tanto su te stesso sperando che questo ti faccia sentire bene. Il modo migliore per allietare te stesso è quello di cercare di rallegrare e far felice qualcun altro. 

9. Fate quello che volete fare. Tra vent'anni sarete più deluso per le cose che non avete fatto che per quelle che avete fatto. Allora levate l'ancora. Salpate dal porto sicuro. Spiegate le vele al vento ed esplorate, sognate e scoprite.


6 commenti:

  1. Ieri sera ho visto pagare un aforisma scritto da Twain e autenticato, 8000 $. Non mi ricordo l'aforisma però, sorry...

    RispondiElimina
  2. Dovendo scegliere 'a mmendola dint' 'o cunfietto (la mandorla dal confetto), anche a me piace pensare che nessuno è tenuto a regalarci qualcosa. Altrimenti che regalo è? :)

    RispondiElimina
  3. Unico appunto. A volte usi la seconda persona singolare, TU. Altre volte la seconda plurale, VOI. ;)

    RispondiElimina