giovedì 12 settembre 2013

La schizofrenia di twitter

Può darsi benissimo che sia colpa ma, anzi suppongo che i risultati dipendano in maniera preponderante dall’uso forse maldestro che ne faccio. 

Però qualche dubbio mi viene. 

Uso il profilo twitter, più o meno, da un paio di anni e nel gestirlo lo tratto con l’attenzione che metto nell’uso degli altri social network, vi confesso, tuttavia, ma che a mio parere non esiste un social che mi porta risultati così balordi e altalenanti come il servizio di microblogging di Jack Dorsey.

Allora il nome dell’account è quello classico che uso per tutti i miei social: nome e cognome, breve e facile, Ferrugianola 

Rispondo sempre ai messaggi che mi giungono 

Cerco di seguire solo chi mi interessa veramente 

Non mi sono servito di bot per aumentare il numero dei follower 

Sul profilo ho i riferimenti biografici necessari e nulla più 

Lo sfondo è pulito 

Uso gli Hashtags senza esagerare 

Sono preciso nel testo che twitto e allora… 

Perché certi giorni i miei tweet sembrano postati nel nulla e poi di colpo, senza un vero motivo apparente motivo vengono ritwittati all’impazzata

Lo stesso vale per le visite indirizzate al blog: magari posti un articolo e non succede nulla per settimane, poi all’improvviso ti ritrovi centinaia di visite per un post che avevi dimenticato. 

Ma la cosa più strana è il comportamento dei follower. Il fenomeno, anche se in forma più ridimensionata, è presente anche in Facebook, completamente assente invece in Linkedin e Google+. 

Be’ certo giorni ci sono decine di persone che si uniscono, quando magari per giorni non posti neppure un virgola, e naturalmente in altri momenti succede l’opposto senza che tu possa in qualche modo intervenire. 

Spesso mi sono detto che sia dovuto a un baco software, ma pensandoci bene ho i miei seri dubbi! Se volete aiutarmi a capire…

7 commenti:

  1. Io da un po' di tempo vedo nella home tweet di persone che non seguo.
    E la cosa un po' mi infastidisce

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le persone che non segui, se le vedi, è perché sono ritwittate da quelle che segui. Non c'è un'altra possibilità. (a meno di link sponsorizzati, ma in quel caso c'è scritto).

      Elimina
  2. È twitter che ti propone con più frequenza nel "potresti anche seguire" di altri utenti se tu te ne stai fermo da un po', lo fa per tenere vivo l'account, perché tu non ti addormenti.
    Se invece sei attivo da te, posti stellini e retwitti non c'è bisogno che lui ti mostri in giro.
    Per questo c'è uno scollamento tra la tua attività e il bioritmo dei follower.
    Almeno credo ;)

    RispondiElimina
  3. Personalmente twitter lo utilizzo perchè collegato direttamente a FB... lo frequento poco, non so di preciso perchè??? altro dubbio in merito? non so se capisco poco la sua utilità o se è un rigetto naturale... certo che è il mio social peggio gestito a livello di follower... effettivamente come tu dici il flusso è paragonabile a quelle delle correnti marine atlantiche... periodi di picco e periodi di calma, mhaaa! non mi ero pero' mai posto il dubbio in modo così importante come hai fatto tu... ma effettivamente questa situazione andrebbe analizzata con più profonda attenzione e cercate le risposte in modo da rendere più omegeneo l'utilizzo dello stesso social, le sue funzioni tweet e la gestione dei follower, i primi di settmbre sono stato lettralmente assalito dai follower con una crescita del 100% in pochi giorni... la stranezza nella cosa mi ha portato ha mettere un freno indiretto... ho pero' riscontrato che un mio follover dato erano 100 ricevuti... ciao Ferru...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nicola, sei sempre prezioso con i tuoi cmmenti

      Elimina
  4. ciao ,io sinceramente parlando uso piu' facebook che twitter perchè' non riesco ad usarlo in quanto non capisco il funzionamento del social , poi vedere gente che non conosco twittare nella mia home un po' infastidisce .. non so perchè' ma non riesco proprio ad usarlo

    RispondiElimina