domenica 1 settembre 2013

La poesia di Enora Landi

Atipico post per questa prima domenica di settembre, con le rondini pronte per il ceck-in. Un breve momento di lettura dedicato al linguaggio poetico ricco di grazia di Enora Landi, scrittrice che mi onora con questa sua presenza. 

Due odi: Dissidio e Il volo: versi delicati e ricchi di immagini. Scusatemi se mi sono permesso di introdurli forse in maniera dozzinale e banale e scusatemi anche se c’ho aggiunto delle immagini per fare colore. 

È la prima volta che propongo delle composizioni di questo genere sul mio blog e ho la netta sensazione che il mio intervento sia del tutto inutile. 

Lascio la lettura delle due poesie alla vostra interpretazione e capacità di giocare con le parole quindi, confidando nel fatto che la vostra immaginazione sia più ricca e profonda della mia. 

Leggete i versi, osservate le immagini e poi chiudete gli occhi: 

Dissidio 


Amo ricoprirmi di sabbia nera, 
fluida, rovente, 
per poi tuffarmi 
nel limpido e freddo mare travolgente, 
sfidando le onde più alte dal profilo tagliente; 
lasciarmi sfiorare il viso che emerge, 
orgoglioso, 
dai riverberi del sole ombroso. 


Il volo 


Figure di carta stagnola, 
amorfe e ingiallite, 
tendono le braccia 
piatte e spigolose 
verso un sole rovente, 
che accoglie, nella sua intensa luce, 
il sublime volo 
di un minuscolo uccello nero.

7 commenti:

  1. E' stata un'emozione per me vedere pubblicate le mie poesie sul blog. L'idea di accompagnarle con delle bellissime immagini ha reso perfettamente il loro spirito: trasmettere un'idea utilizzando le parole come pennellate per dipingere un quadro. Grazie

    RispondiElimina
  2. Una bella Novità questo Post... Hai fatto benissimo, spazio anche alle Poesie :) Un saluto

    RispondiElimina
  3. Ciao Ferru accompagnare i versi "bellissimi e ricchi di significato con immagini altrattanto profonde è un'ottima compbinazione, specialmente se l'abbinamento viene fatto cura nell'abbinamento dei sognificati nel riscontrare sensazioni combacianti tra la lettura e lo e l'osservare.
    Leeggevo le poesie, prima una, poi l'altra ma ad ogni punteggiatura posavo lo sguardo sull'immagine relativa, la sensazione che io ho provato è quella trasmessa dalla realisticità delle'espressione.
    Una foto animata! Un flash, un solo istante... La poesia ha il dono di far rivivere tutto ciò che non ha vita o che mai ne ha avuta... Stimolando la fantasia la mente di chi legge, le poesie e le immagini scelte ci regalano momenti belli come quelli che ho riscontrato nella lettura del tuo post! Aspetto di ascoltare altre immagini parlamnti! Ciao Ferru!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nicola è sempre un piacere leggere i tuoi commenti

      Elimina
  4. Io amo la poesia e posso garantirti che l'immagine giusta ad accompagnamento dona più enfasi; hai scelto molto bene. Molto belli i versi di questa scrittrice, che a dire il vero non conosco, però ora hai acceso in me interesse. Grazie.

    RispondiElimina