giovedì 25 luglio 2013

La libertà dei giorni d’estate

Non so neppure io perché nel pieno delle vacanze estive mi venga in mente di postare un articolo con questi spunti di riflessione, deve trattarsi di un difetto dovuto a una reazione peristaltica. 

C’è da essere pazzo o ubriaco, lo so, ma io sono anche dell’opinione che certe cose entrano meglio in testa quando non c’è l’assillo dei problemi. 

E poi magari basta questo per portarsi a chiedere chi é Bertrand Russell. In molti hanno guardato a lui come a una sorta di profeta della vita creativa e razionale. 

Be’ il suo decalogo liberale, apparso per la prima volta in un articolo pubblicato sul New York Times Magazine del 16 Dicembre 1951, l’ho trovato sul sito Brain Pickings.

Mi sono subito accorto di quanto sarebbe stata ridicola una mia traduzione e ho scomodato Marco a farla. Lui è stato gentile come sempre, ma nel frattempo ho scoperto che è pieno il web di questo decalogo in italiano

Nulla di male, le cose ripetute giovano e in ogni caso io riporto lo sforzo intellettivo di Marco: 

1- Non sentirti sicuro di nulla nella maniera più assoluta 

2 - Non pensare che valga la pena nascondere la verità, perché sicuramente verrà alla luce 

3 - Mai provare a scoraggiare la riflessione, perché è sicuro che ci riuscirai 

4 - Quando incontri un’opposizione, essa sia del tuo coniuge o dei tuoi figli, cerca di uscirne con un’argomentazione valida, non con l’autorevolezza, perché la vittoria raggiunta con l’autorevolezza non è reale, e illusoria 

5 - Non ammirare troppo il potere degli altri, perché potresti sempre incontrare poteri contrari 

6 - Non usare la forza per sopprimere opinioni che trovi nocive, perché le opinioni sopprimeranno te 

7 - Non avere paura di apparire stravagante nelle tue opinioni, perché ogni opinione ora accettata, un tempo era stravagante 

8 - Trova più piacere in un intelligente dissenso piuttosto che in un passivo assenso, perché se ti ritieni intelligente come dovresti, il primo indica un apprezzamento verso di te più profondo rispetto al secondo 

9 - Sii meticolosamente sincero, perché anche se la verità è meno conveniente, è più conveniente dirla che provare a celarla. 

10 -  Non essere invidioso di chi vive in un paradiso artificiale, perché solo un folle penserà che quella è felicità 

Tutto qui: ora andate pure a divertirvi!

17 commenti:

  1. Ho fatto del mio meglio ;-) Grazie per la fiducia.

    RispondiElimina
  2. Posso ammettere che le condivido tutte e dieci? Ed un paio mi sono particolarmente congeniali...come l'imporsi con autorevolezza e non con argomentazioni valide...ma anche il fatto che le idee migliori una volta erano ritenute stravaganti. Pensiamo cosa si diceva di Gesù ai suoi tempi e cosa sia stato capace di fare con le sue idee strane...

    RispondiElimina
  3. Parole belle, ma la verità è un concetto così complesso che... lasciamo stare, da tempo ho adottato la filosofia della verità parziale.

    RispondiElimina
  4. Molto interessante questo post, l'ho letto tutto di un fiato.
    PS. Magari potessi andare a divertirmi, sono a lavoro tutto il giorno!

    RispondiElimina
  5. sono spunti di riflessione da applicare quotidianamente!

    RispondiElimina
  6. Cercherò di seguirli, non perché l'abbia detto Bertrand, ma per il fatto che li ha tradotti Marco :-)

    RispondiElimina
  7. Un articolo davvero bello, complimenti e grazie per avercelo proposto!

    RispondiElimina
  8. Trovi sempre argomenti originali e i tuoi post si leggono con estremo piacere.

    RispondiElimina
  9. non mi stanco mai di leggerti. Mi piace come scrivi e quello che scrivi... complimenti

    RispondiElimina
  10. sono tutti punti che fanno riflettere ed in un modo o nell'altro o con qualche piccola sfumatura approvo

    RispondiElimina