giovedì 6 giugno 2013

I Dieci comandamenti di Friedrich Nietzsche per chiunque voglia scrivere con stile

Ennesimo decalogo per scrittori fornito da Los Manuscritos Perdidos, questa volta frutto degli sforzi di Friedrich Nietzsche, senza dubbio uno tra i massimi filosofi di ogni tempo. 

La filosofia dello scrittore tedesco  è considerata da diversi storici uno spartiacque fra la filosofia tradizionale e un nuovo modello di riflessione che ebbe un'influenza controversa ma indiscutibile sul pensiero filosofico, letterario e politico del Novecento. 

In ogni caso il suo lavoro è frutto di un pensatore unico. 

Be' credo sia il caso di non aggiungere più nulla di mio e di lasciarvi direttamente alla top ten dei suoi consigli, non sono dei consigli facili ma anche questa volta evitiamo le banalità. 

1 - Ciò che conta di più è la vita: lo stile di scrittura deve imitarla. 

2 - Lo stile deve essere adeguato alla propria persona e verso la persona cui si comunica il proprio pensiero. 

3 - Prima di prendere la penna, bisogna sapere esattamente come esprimere ad alta voce ciò che si ha da dire. La scrittura deve essere solo un'imitazione. 

4 - Lo scrittore non ha tutti i mezzi di un oratore. La scrittura deve quindi essere ispirata da una forma molto espressiva del discorso. 

5 - La ricchezza della vita si riflette nella ricchezza dei gesti. Dobbiamo imparare a considerare le fasi della scrittura come una forma di gestualità: la lunghezza delle frasi, la punteggiatura, le pause, ma anche la scelta delle parole e la successione degli argomenti. 

6 - Attenzione al periodo. I periodi hanno diritto a un respiro molto lungo come quello di chi sta parlando. Per la maggior parte degli scrittori invece, il periodo è solo un vezzo. 

7 - Lo stile deve dimostrare che si crede nei propri pensieri, bisogna perciò essere in grado di trasmettere ciò che si pensa. 

8 - Più è astratta la verità che si vuole insegnare, più è importante cercare di far convergere tutti i sensi del lettore. 

9 - Una buona prosa deve essere il più possibile, nella scelta dei termini, vicino alla poesia, ma mai deve attraversare il confine che la separa. 

10 - Non è saggio o intelligente privare il lettore delle sue confutazioni, è molto saggio e intelligente, al contrario, lasciare allo stesso la sensazione che sia lui a trarre saggezza dalle nostre parole.

29 commenti:

  1. Friedrich Nietzsche è un filosofo che mi ha sempre affascinato! grazie per questo post!

    RispondiElimina
  2. Non sono molto filosofica,ma mi trovo pienamente d'accordo con il punto 5 e 7 .Si adattano anche alla vita e non solo alla scrittura!

    RispondiElimina
  3. Trovo molto più utili quelli di Umberto Eco che hai pubblicato tempo fa, pure dando consigli di scrittura Nietzsche doveva fare il 'pomposo'. Lo odio.

    RispondiElimina
  4. considero NIETZSCHE uno dei più grandi filosofi....grazie per il tuo post sempre molto interessante

    RispondiElimina
  5. Un decalogo davvero impegnativo. Ma se lo dice Nietzsche va seguito ad occhi chiusi.

    RispondiElimina
  6. Buon filosofo, ma grandissimo poeta

    RispondiElimina
  7. Una reminiscenza degli studi liceali!!! Non so se mi piacerebbe tornare indietro nel tempo!!

    RispondiElimina
  8. lEGGENDO IL TUO ARTICOLO HO FATTO UN TUFFO NEL PASSATO RISALENTE ALLE SUPERIORI...UN AUTORE MODERNO A MIO AVVISO E GENIALE!

    RispondiElimina
  9. Nietzsche l'ho portato alla maturità. E'un grande filosofo

    RispondiElimina
  10. grande filosofo Nietzche, tra tutti i punti quello che ha catturato più di tutti la mia attenzione è stato il "10 - Non è saggio o intelligente privare il lettore delle sue confutazioni, è molto saggio e intelligente, al contrario, lasciare allo stesso la sensazione che sia lui a trarre saggezza dalle nostre parole."

    RispondiElimina
  11. Nietzche dava consigli su come vivere, essere e comportarsi per essere felici... ma lui la felicità l'ha mai raggiunta?

    Simone

    RispondiElimina
  12. Friedrich Nietzsche è sicuramente uno dei filosofi più conosciuti e apprezzati, ma spesso ci si limita ad un'analisi delle sue opere superficiale e si dimenticano i preziosi consigli che filosofi come lui possono darci per la nostra vita! Davvero utile il tuo post!

    RispondiElimina
  13. Ognuno vede le cose dalla sua prospettiva, che come tale è comunque parziale. Probabilmente solo unendo le parzialità si ha uno sguardo d'insieme.

    RispondiElimina
  14. 9 - Una buona prosa deve essere il più possibile, nella scelta dei termini, vicino alla poesia, ma mai deve attraversare il confine che la separa.

    Mmm Nietzsche sarà anche un grande filosofo ma spero che non abbia mai scritto un romanzo, sarebbe una mattonata di literary fiction :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto un paio di cosine e le sensazione che ne ho tratto sono discordanti!

      Elimina