lunedì 1 aprile 2013

Pesce d’aprile con Shakespeare


Per la giornata di oggi, considerando anche il fatto che solitamente non c’è molto traffico nella blogosfera, ero intenzionato a postare soltanto un post relativo ai soliti primati letterari, ma essendo anche il primo aprile non potevo non giocare un poco con la tradizione visto che mi sono trovato nelle cartelle un articolo bello e pronto. 

Il post sui primati uscirà nel pomeriggio o nel tardo pomeriggio, intanto gustatevi questo innocuo pesce d’aprile frutto di un estemporaneo status su facebook

Ora la seguente frase è stata associata a William Shakespeare, ma non ne sono sicuro. Potrebbe essere anche di Hemingway o a un qualsiasi altro scrittore. Io l’ho trovata per caso gugolando e non avendo fonti l’ho associata a Shakespeare perché è stato il primo autore che mi è venuto alla mente. Una cosa nata così per caso, ma stamattina mi sono reso conto che si adatta alla giornata. 

A prima vista lo stile non sembra quello di Shakespeare, la frase sembra troppa moderna, almeno per quanto riguarda la seconda parte. Non mi resta che segnalarvela sperando che qualcuno sia in grado di fornirmi il nome dell’autore:

 Nella vita non c'è nulla di più romantico e poetico degli addii - naturalmente bisogna che ci sia l'intelligenza per interpretarli e per non soffrire 

Ah, nel caso voleste segnalare un altro pesce d’aprile di carattere letterario ben venga.

5 commenti:

  1. ..Sinceramente non so di chi sia la frase, ma mi piace un sacco!!!! la trovo molto profonda!!!

    RispondiElimina
  2. Non so di chi sia la frase, di chiunque essa sia è una bella frase!

    RispondiElimina