martedì 19 marzo 2013

I blog di Laura Boldrini

Sono più che mai convinto che il mondo del blogging avrà sempre più futuro e presto diverrà un campo professionale ambito e ricercato. Magari si creeranno pure corsi universitari (in quel caso mi presento come docente). Dunque è meglio svegliarsi e cercare di stare svegli, senza mai desistere. 

Ho la netta sensazione che la strada del blogging trovi sempre più gente affamata di avere da una parte contenuti freschi e dall’altra un apporto culturalee di verità  che il cosiddetto mondo accademico classico non è più in grado di fornire. 

In fondo basta vedere la nuova classe politica italiana come si sta muovendo. Di Grillo - leader del MoVimento 5 Stelle - blogger sgamato si sa quasi tutto. 

Ma scoprire che pure Laura Boldrini, giornalista e politica italiana, portavoce dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati fino a qualche mese fa e ora Presidente della Camera dei Deputati, ne gestisce addirittura due mi fa strabuzzare gli occhi. 

Uno lo tiene su sito online del quotidiano la Repubblica, naturalmente i contenuti dei suoi post sono di stampo politico e sociale: l’ultimo articolo postato riguarda l’otto marzo dedicato alle donne siriane. 

Un altro blog è invece portato avanti sul famigerato Huffingtonpost Italia - sito che tante discussioni a sollevato al momento della sua messa in atto per alcune polemiche relative a compensi - be’ qui potete addirittura leggere le sensazioni che ha provato la giornalista al suo ingresso nell’aula di Montecitorio

Insomma la strada da seguire sembra delineata e chiara e allora blogger di tutto il mondo unitevi, se ci credono loro…

6 commenti:

  1. Huffingtonpost Italia... ecco, insomma, cosa devo dire?

    RispondiElimina
  2. Vabbé, più che blogger, la Boldrini pare sia soprattutto una giornalista-politica a cui i blogger dei siti in questione trascrivono i suoi articoli (di sicuro dietro lauto compenso). Siti, oltretutto, che ricevono i "famigerati" finanziamenti pubblici mentre noi "poveri" blogger ci rimettiamo solamente, ma, la nostra è vera passione... Per il resto credo anch'io che ci sarà un futuro per i blogger :-)

    RispondiElimina
  3. Sì dopo Grillo ogni politico avrà un proprio blog e avranno migliaia di lettori (altri politici). Grillo è stato un'innovatore, ha dato esempio a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aumenta la concorrenza!
      :-)

      PS grazie Gabriele!

      Elimina