martedì 29 gennaio 2013

In fuga per amore

Questa chicca letteraria mi è stata suggerita da Jennaro, l’amico che da due anni mi regala sempre un guest post con l’oroscopo annuale per scrittori e blogger

Ora gli devo anche questo suggerimento, visto che è stato lui a inserire in un commento questo aneddoto legato ad Agatha Christie

Non ne ero a conoscenza. 

Be’ a quanto pare, Agatha, per amore, si rese protagonista di un giallo appassionante. Un giallo che per un breve periodo tenne col fiato sospeso i suoi numerosi fan. 

Si racconta che la scrittrice scomparve dopo che aveva saputo che il marito la tradiva con un'altra donna - la sua segretaria. 

La mattina del 24 dicembre 1926 (lo stesso giorno in cui si era sposata nel '14) la sua auto fu trovata abbandonata a parecchi chilometri di distanza dalla sua abitazione con dentro i suoi vestiti e documenti sparsi disordinatamente nella macchina. 

Qualcuno gridò al rapimento, qualcun altro al suicidio, altri ancora parlarono di omicidio, addirittura fu dragato un lago nelle vicinanze del posto dove venne rinvenuta l’auto. Poi la Polizia la trovò in un albergo di Harrogate, una località termale dell'Inghilterra settentrionale, dove la scrittrice soggiornava in un albergo del posto registrata con il nome dell'amante del marito… Agatha dichiarò di avere avuto soltanto un'amnesia. 

Be’ perché vi racconto tutto questo? Non lo so, forse perché per amore si fanno molte pazzie, o no?

8 commenti:

  1. A volte capita che la vita di qualche scrittore non sia meno intricata di quella dei propri personaggi con vicende che Agatha Christie ha forse voluto anche superare ... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi sono ricordato di usare il commento:-)

      Elimina
    2. Il mio "peggior pregio" è quello di essere schivo ai complimenti, ma non ti nascondo la cosa non abbia esaltato il mio ego ... :-)

      Elimina
  2. Non lo sapevo... anche gli scrittori hanno una vita e dei sentimenti. Interessante l'idea che si sia registrata con il nome dell'amante...

    RispondiElimina
  3. Altrochè se si fanno pazzie :) davvero una storia interessante.

    RispondiElimina
  4. che belli i tuoi post sono tutti originali

    RispondiElimina