mercoledì 30 gennaio 2013

I dieci miglior romanzi del ventesimo secolo

I miei soliti 125 top scrittori Americani e Inglesi hanno colpito ancora. 

Dopo avermi deliziato con la top ten dei libri più belli di sempre e con quella che ha definito come le dieci opere migliori di Fantasy e Science Fiction, tornano con una spettacolare classifica dove vengono segnalati i dieci libri più belli del secolo scorso. 

Vi dico subito che questa classifica è molto vicina anche ai miei gusti. Infatti, oltre a quella stilata dai miei colleghi, aggiungo anche una mia classifica personale. 

Fate lo stesso, se avete il fegato: 

Lolita di Vladimir Nabokov 
Il grande Gatsby di F. Scott Fitzgerald 
Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust 
Ulisse di James Joyce 
Gente di Dublino di James Joyce 
Cent'anni di solitudine di Gabriel García Márquez 
L'urlo e il furore di William Faulkner 
Gita al faro di Virginia Woolf 
Le Storie di Flannery O'Connor 
Absalom, Absalom! di William Faulkner 


Ed ecco la mia: 

Fiesta di Ernest Hemingway 
Il grande Gatsby di F. Scott Fitzgerald 
Ulisse di James Joyce 
Cent'anni di solitudine di Gabriel García Márquez 
L'urlo e il furore di William Faulkner 
Viaggio al termine della notte di Ferdinand Celine 
Tropico del Cancro di Henry Miller 
L'insostenibile leggerezza dell'essere di Milan Kundera 
Il giovane Holden di J.D. Salinger 
Per chi suona la campana di Ernest Hemingway

11 commenti:

  1. Risposte
    1. Sono esterofilo e molto filoamericano Irene, dài posta la tua:-)

      Elimina
  2. Poveri Kundera e Marquez... si staranno toccando i gioielli di famiglia, unici sopravvissuti tra tanti trapassati!
    Ahahahahah :D

    RispondiElimina
  3. Ciao, sono Rossano, eccoti la mia classifica:
    -Lolita Nabokov;
    -Ulisse Joyce;
    -Alla ricerca del tempo perduto Proust;
    -Aspettando Godot Beckett;
    -il processo Kafka;
    -La metamorfosi Kafka;
    -l'uomo senza qualità Musil;
    -La montagna incantata Mann
    -L'urlo e il furore Faulkner;
    -Lo straniero Camus.

    RispondiElimina
  4. Vediamo:
    1) "Il Maestro e Margherita" di Bulgakov.
    2) "La fonte meravigliosa" di Ayn Rand.
    3) "Le correzioni" di Jonathan Franzen.
    4) "Cent'anni di solitudine" di Gabrile Garcia Marquez.
    5) "Purity" di Jonathan Franzen.
    6) "La versione di Barney" di Mordecai Richler.
    7) "Il processo" di Franz Kafka.
    8) "Il nome della rosa" di Umberto Eco.
    9) "Cecità" di Jose Saramago.
    10) "It", di Stephen King.

    P.S.: Ero convinto di averla già stilata la mia classifica da queste parti...
    P.P.S.: Come al solito, preciso che si tratta di una classifica in divenire.
    P.P.S.: Preciso anche che di Saramago ho letto solo "Cecità", ma ho già pronti altri tre o quattro suoi romanzi sul comodino. E ho come l'impressione che, dopo averli letti, la classifica cambierà nuovamente.
    P.P.P.S.: Datemi qualche titolo imprenscindibile dalle vostre classifiche!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non posso fare a meno di Hemingway
      Ma ora ci aggiungo Mccarthy

      Elimina
    2. Macarthy è l'autore di "Non è paese per vecchi", vero? Letto e piaciuto. Immagino che "Trilogia della frontiera" sia da leggere, vero?

      Elimina