giovedì 25 ottobre 2012

Scrittori incompresi, Johnny Depp vi attende

La notizia circola già da qualche giorno: magazine, blog, riviste, telegiornali… insomma le voci sentite sono diverse. 

A quanto pare, Johnny Depp, già conosciuto come attore, regista, musicista e produttore cinematografico aggiungerà una nuova nota biografia al suo curriculum e pubblicherà libri che nessun altro editore sceglierebbe. 

L'attore statunitense, quarantotto anni, di origine Cherokee, a quanto si apprende collaborerà con la Harper Collins per lanciare la sezione Infinitum Nihil dedicata a libri autentici, espliciti e visionari, tipici dei gusti della star. 

Uno dei primi titoli che Depp ha intenzione di fare pubblicare sarà The Unrevealed Tales of Bob Dylan, un ritratto sui primi anni di carriera del grande cantautore firmato dallo storico Douglas Brinkley

Seguirà nel gennaio del 2013 la pubblicazione di un romanzo postumo del cantante folk Woody Guthrie, House of Earth con una prefazione dello stesso attore. L’opera era stata ultimata già nel 1947 ma finora non aveva trovato un canale giusto per la pubblicazione. 

Insomma la carne al fuoco non manca e Depp - a quanto pare entusiasta - ha parlato chiaro:  

La Infinitum Nihil farà del suo meglio per pubblicare libri meritevoli del tempo che i lettori vorranno dedicargli e del loro interesse, aprendo la strada a pubblicazioni che diversamente avrebbero avuto poche chance di arrivare sugli scaffali di una libreria. 

Che dite ci vorrebbe anche in Italia un simile editore?

12 commenti:

  1. In Italia già c'è, nel senso che certi editori pubblicano libri assurdi che nessun editore al mondo pubblicherebbe. C'è un però: l'autore è sempre un politico o un giornalista. Così esiste il libro di poesie di Bondi, i racconti di Gheddafi, i romanzi di Ruggero Guarini...

    RispondiElimina
  2. Bella notizia. Allora c'è ancora speranza... ;)

    RispondiElimina
  3. Posso farmi un po' di pubblicità?

    Gentile signor Depp,
    ho sempre seguito con interesse i suoi bellissimi film. La sua espressività è molto intensa e riesce sempre a coinvolgermi. Trovo lodevole la sua nuova avventura editoriale. Se è in cerca di autori sfortunati e che tutti si rifiutano di pubblicare, sappia che io sono disponibile a farmi trovare.
    La ringrazio, continui così,
    Romina Tamerici

    Dai, Ferruccio, tu che sei famoso nella blogosfera, parla tu con il grande signor Depp per conto mio!

    RispondiElimina
  4. Se il Cherokee pubblica solo le opere postume, mi sa che gli scrittori emergenti dovranno attendere un po' ... :-)

    RispondiElimina
  5. Ci vorrebbe si un editore del genere anche in Italia.

    RispondiElimina
  6. Devo rifletterci... le farò sapere.

    RispondiElimina