lunedì 22 ottobre 2012

Genji monogatari: il primo romanzo psicologico della storia

Quando si parla di romanzo psicologico si è portati a pensare subito ad autori come Italo Svevo, Luigi Pirandello, James Joyce, Gustave Flaubert e Fëdor Michajlovič Dostoevskij
Scrittori che hanno scelto come tema dominante della loro narrativa l’esplorazione dell’inconscio, i nostri comportamenti, le nostre scelte di vita a scapito dell’azione vera e propria. 

Ciò vorrebbe dire che la nascita di questo genere di romanzo si pone a cavallo tra l’ottocento e il novecento. Ma è davvero così? 

A quanto pare no, perché qualche critico letterario tende a dare i natali a questo genere di romanzo al Genji monogatari, opera scritta molto anni prima. 

Il Genji monogatari è uno dei capolavori della letteratura giapponese come naturalmente lo è anche della letteratura di tutti i tempi (voce critica). È stato scritto attorno all'anno 1000 dalla dama di corte Murasaki Shikibu, ed è considerato - oltre che il primo romanzo moderno - anche il primo romanzo psicologico della storia. 

Narra della vita libertina di Genji, il principe splendente, un figlio diseredato dell'imperatore giapponese ed è ambientato nella corte imperiale dell'epoca. Il protagonista è chiamato così per la sua intelligenza, cultura, e bellezza fisica. 

I 54 libri della storia ruotano attorno alla fortuna mondana, alla caduta, alla risalita al potere e infine alla morte del principe galante, un personaggio contornato da stupende figure femminili.

15 commenti:

  1. Ce l'ho in wishlist da una vita, purtroppo è una lettura ardua che tendo a rimandare (anche perché il prezzo del libro nella traduzione italiana è di quelli che ti fanno paura).

    RispondiElimina
  2. A causa delle differenze linguistiche e culturali tra l'oriente e l'occidente sarebbe molto meglio poter leggere l'originale... ma è 'na parola!!

    :-)

    RispondiElimina
  3. Dev'essere un'opera di una raffinatezza estrema, ma anche lunghissimo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul fatto della raffinatezza ti quoto in pieno e naturalmente anche per la lunghezza:-)

      Elimina
  4. Appena uscita per Einaudi la traduzione riveduta direttamente dal giapponese (prima sempre per Einaudi c'era una versione tradotta dall'inglese), ma come già detto il costo è una sassata (90 euro di base, Amazon lo vende a 75). C'è da dire però che è in edizione lussuosissima,rilegato con cofanetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Valerio e benvenuto.
      Ideale per una strenna natalizia:-)
      .

      Elimina
  5. Letto anni fa. Un gran bel romanzo! A volte pesante, qualche volta anche soporifero, ma vale la pena leggerlo - imho. Magari affrontandolo a piccoli round :)

    RispondiElimina
  6. L'ho trovato di una noia insopportabile, nonostante le ampie porzioni sconce.
    Per chi fosse interessato, è stato anche adattato a fumetti - ma non ricordo se l'abbiano mai tradotto qui da noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh bene, Davide, si ho letto anche io da qualche parte che ci sono die manga:-)

      Elimina
  7. I romanzi psicologici sono tra i miei preferiti!
    Questo non l'avevo mai sentito...

    RispondiElimina