venerdì 10 agosto 2012

I cent’anni di Jorge Amado in mostra

Oggi, se fosse ancora in vita, lo scrittore brasiliano Jorge Amado avrebbe cento anni, essendo nato a Itabuna il 10 agosto 1912

Autore di 23 romanzi (tra i quali Il paese del Carnevale, Dona Flor e i suoi due mariti, Cacao, Teresa Batista stanca di guerra), oltre a libri per bambini e biografie è considerato il secondo scrittore più venduto in Brasile dopo Paulo Coelho con una stima che si avvicina a circa cinquanta milioni di libri, tradotti in quasi trenta lingue.

Intanto gli eventi per ricordarlo si susseguono in tutte le parti del mondo

Tra i più importanti c’è senza dubbio l’Esposizione Jorge, Amado e Universal curata dalla Fundação Casa de Jorge Amado e Grapiúna Produções che da ieri staziona al Museu de Arte Moderna di Salvador, Bahia, dove si potrà visitare fino al mese di ottobre.

La mostra espone diversi scritti personali e professionali dello scrittore, e poi foto, corrispondenze, oggetti personali, film, documenti, oltre a dattiloscritti originali come quello di Tieta do agreste e di giornali dell’epoca.

Non mancano neppure le fotografie, ovviamente, molte delle quali inedite, con quadretti famigliari come quella che ritrae lo scrittore brasiliano in compagnia della madre Eulália Leal Amado. Quadretto scattate dalla moglie Zélia Gattai.

4 commenti:

  1. Mi stavo dolendo di non aver mai sentito parlare di Jorge Amado, ma poi ho letto da qualche parte che a causa delle sue attività di sinistra, molti dei suoi libri erano stati vietati in Brasile stesso ... allora mi sono perdonato ... :)

    RispondiElimina
  2. Un grande della letteratura internazionale.

    RispondiElimina