domenica 29 luglio 2012

Skyrunner, a voi il Giir di Mont

Piccola deviazione sportiva obbligatoria stamani, magari - se il tempo lo permette - vissuta in prima persona. 

Si spera nel sole, dunque, ma siccome il post è automatico ed è stato preparato ieri sera può darsi che il sottoscritto, mentre voi state leggendo, in caso di pioggia, sia ancora a letto nell’attesa di alzarmi un po’ più tardi e recarmi sulla linea del traguardo, sulla piazza del paese, verso mezzogiorno, per unirmi ai festeggiamenti.

Dunque quest’anno, il Giir di Mont, giunta alla ventesima edizione, con corridori di venti nazioni al via e unica tappa italiana della Skyrunner® World Series, ha fatto il botto. Secondo il sito dell’Associazione Sportiva Premanese - ente organizzatore dell’evento - ci sono 830 iscritti, mai successo per una gara di corsa in montagna che porterà gli skyrunner a percorrere i 32 km di sentieri e carrarecce che congiungono i 12 principali alpeggi della zona con circa 2.400 metri di dislivello.

Inoltre, a rendere il tutto più eccitante e curioso, c’è la coincidenza con la data del 29 luglio. Nella stessa data di oltre mezzo secolo fa, nel 1961 per l’esattezza, si correva la prima edizione del Giir di Mont.

Uno spettacolo da non perdere per gli appassionati di questo genere di corse e anche per chi è desideroso di trascorrere una giornata un po’ diversa. D’altronde non esagero nello scrivere di aver visto mille mila persone giunti per l’occasione in paese.

3 commenti:

  1. I monti hanno la brutta abitudine di essere in salita. Se la gara si svolgesse solo in discesa potrei partecipare anch'io... sono un maestro in capitomboli...

    :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo. La salita ammazza le gambe (e il fiato)... xD

      Elimina
    2. Be' è andato tutto per il meglio:-)

      Elimina