domenica 1 luglio 2012

Che fine ha fatto Google Plus?

Post hightech stamani e non del tutto off topic perché in fondo gli appartenenti alle mie cerchie sono quasi tutti o blogger o gente che ha a che fare con il mondo della scrittura e della letteratura.

Naturalmente se parlo di cerchie la maggior parte di voi avrà capito che sto menzionando google plus. D’altronde questo aritocolo mi serve per fare un attimino il punto della situazione riguardo al social network realizzato dalla società di Larry Page e socio.

Dunque, Google Plus ha poco più di un anno. L’anno scorso, più o meno di questi tempi, gli iscritti erano circa un milione e terminava in quel periodo l’ingresso al servizio attraverso un invito, se non ricordo male.

Un anno dopo il social ha raggiunto i 250 milioni di utenti, una cifra nettamente inferiore rispetto agli utenti Facebook.

Ora, vista l’età del servizio si potrebbe dire che la situazione non è per nulla malvagia, dopotutto facebook e molto più vecchio, va però evidenziato che solo 150 milioni di iscritti usano il social attivamente mentre coloro che vi accedono ogni giorno con puntualità sono soltanto 75 milioni.

Allora, questi sono i dati presentati durante il Google I/O e fanno riferimento al mese di giugno del 2012, anche se potrebbero essere sottostimati secondo gli analisti.

Io, da parte mia, nel mio piccolo ammetto di non essere un grande utilizzatore di Google Plus. Più che altro lo uso per condividere i post degli amici quando li leggo e trovo che debbano essere visti, ma per il resto, non ho ancora capito come servirmene e se servirmene.

Per questo mi rivolgo a voi: lo trovate utile o per il momento è ancora qualcosa che vi sfugge?

32 commenti:

  1. G+ è l'unico social network che uso. Non molto per la verità, ma lo uso. Mi piace condividere i post degli amici blogger che mi sembrano più interessanti o che semplicemente trattano tematiche affini a quelle che ammo. Sono un'anti facebook convinta, non tanto per lo strumento in sé, quanto per l'uso che in molti ne fanno. G+ è meno frequentato e forse per questo si leggono meno stupidaggini. Io, almeno dai pochi che ho inserito nelle mie cerchie, ricevo sempre contenuti di qualità. I grandi numeri non significano niente, alla fine dei conti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In teoria sembra molto più professionale

      Elimina
  2. Stesso utilizzo, non so cosa altro farne sennò xD

    RispondiElimina
  3. A me plus fa abbastanza schifetto. Il suo difetto penso stia nel fatto che non aggiunge nulla di innovativo rispetto a facebook o twitter. Poi l'ho comunque trovato leggermente più complicato da capire. Lo uso soltanto per condividere i post, niente di più. Spesso non riesco nemmeno a trovare le persone che vorrei.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' ti capisco:-)

      anche'io tendo per FB e twitter

      Elimina
  4. A me G+ piace. Lo uso soprattutto per condividere post perché ho voluto dargli un taglio, diciamo un po' più professionale rispetto a Fb.
    È vero che rispetto a Twitter e Facebook non è tremendamente innovativo, però almeno finora su G+ ho trovato contenuti un pochino più di qualità rispetto a Facebook, dove ho alcuni amici (d'infanzia) che sembrano non essere ancora maturati, visto che tutto quello che condividono sono unicamente foto demenziali e aggiornamenti di stato idioti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maturità su Facebook? No, credo di no. ^^

      Elimina
  5. La cosa buona di google plus è che se qualcuno ti fa +1 al sito questo verrà privilegiato nelle ricerche degli amici di questa persona.
    In pratica quando qualcuno fa +1 al tuo sito o una tua pagina la sta consigliando ai suoi amici.

    Inutile spiegare l'immenso vantaggio che potrebbe portare una tale cosa, peccato che la usino in pochi...

    RispondiElimina
  6. In pratica sono iscritto da diversi mesi ma l'avrò aperto si e no una decina di volte... E se proprio ve la devo dire con sincerità, a me dà l'impressione di un ripostiglio in cui ci ammucchio tutta la "roba" dei miei amici del web così che un domani potrò angelicamente dire loro: hai visto? Ho ben conservato le tue cose!!...

    :-)

    RispondiElimina
  7. Mah. Io ho un account su facebook (personale) e due su G+ (uno personale e uno per "Salomon"). Devo dire che su fb ci resto solo perché è un modo semplice di tenermi in contatto con certe persone e, ogni tanto, condividere due cavolate. MA contenutisticamente parlando mi fa un po' orrore vedere tanti amici che vivono al suo interno come se fosse un web chiuso in se stesso. Ma questo è un discorso un po' tecnico e di ampio respiro.
    G+ ha un problema. È partito bene, secondo me, ma rischia da una parte di somigliare troppo a fb con l'introduzione di pagine inutili e giochini vari, dall'altra di non avere quegli strumenti utili a cui fb ci ha abituato: gli eventi, introdotti solo pochi giorni fa, e un sistema decente di messaggistica. Un'altra cosa che non vedevo l'ora di far sparire erano i "temi caldi", una finzione per convincere che G+ sia più frequentato.
    Però c'è da dire che G+ aveva il potenziale di essere un po' più "serio" di fb. Ma forse sta andando in un'altra direzione...
    Il social network migliore che ho scovato finora è un'altro. Si chiama Diaspora*, ma è mooolto da nerd e... beh, non penso che arrivi a un milione di utenti.
    Il problema è che facebook ha tanti utenti. Questa è la sua vera forza, altrimenti penso che lo abbandonerei per impegnare meglio il mio tempo.
    Oddio, e scusa per il commento chilometrico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, figurati grazie, anzi hai dato degli ottimi suggerimenti Salomon

      hai evidenziato benissimo i pro e i contro:-)

      Elimina
  8. Lo uso, ma francamente lo trovo inutile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è lo stesso, ma non ne sono capace:-)

      Elimina
  9. Lo uso per spammare, mi piaceva un casino ma col nuovo layout ha perso moltissimo. SPero in un restyiling perchè è davvero ben fatto.
    Chissà...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, all'inizio si presenta sempre una pagina che non capisco:-(

      Elimina
  10. Mi registrai a google plus ma non l ho aperto quasi mai.
    E Non sapevo nemmeno l utilità dei +1, non so come si "collezionano" i post, cosa che in effetti sembra interessante.
    Ma facebook è decisamente più popolato e popolare, pure idiota,eppure siamo tutti lì,è come la piazzetta dove,nel bene e nel male,sappiamo di trovare la nostra solita cerchia e anche qualcuno in più,e ci risolviamo la serata anche quando non siamo certi di che fare fino a 2 minuti prima!

    RispondiElimina
  11. Io non ho mai capito a che serve: è una specie di Facebook con meno gente iscritta, no? E allora perché non usare Facebook? Di social network ne ho già troppi e se uno non ha nemmeno una sua unicità definita e un suo senso preciso (twitter per i pensieri, instagram per le foto, il blog per articoli più lunghi eccetera) credo che se ne possa fare a meno.

    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sbagli in realtà, il tuo pensiero è del tutto condivisibile

      Elimina
  12. da strumenti per webmaster pare che abbia impatto sulla ricerca, ma siamo troppo pochi e per me facebook non lo batte! Ora sono nate pure le pagine eventi, ma qualcuno le considererà mai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. già, mi sembra preso molto superficialmente:-)

      Elimina
  13. Vabbè, però l'essere realisti certe volte va a farsi benedire.
    Su Facebook si sta più al centro dell'attenzione e per quello è "bello". Stop. Fine.
    G+ ha/aveva grosse potenzialità, già quella citata del +1 direttamente dal blog è una cosa che cercavo da tempo. Personalmente lo uso quasi esclusivamente per quello.
    Altrove è ben più consolidato, ho amici statunitensi che l'hanno sostituito totalmente a Facebook, tanto per dire.
    Però concordo anche con chi ha detto che ha cambiato direzione e sta iniziano a somigliare troppo al rivale, purtroppo il mercato è questo. Il bello è che non ne sta traendo chissà quale beneficio e invece chi sperava nella differenza è rimasto deluso (per ora).
    Ripeto il concetto: Facebook senza quel quasi miliardo di utenti non sarebbe inutile? Buggato, con chat da quattro soldi, blocchi vari... Mi si potrebbe obiettare che se ha tante persone che lo usano è perché è valido in sé. Io risponderei che invece il 90% è lì per MODA, e si sa che per moda si utilizzerebbe anche un social network che ti fa aumentare le tasse, importante è mostrarsi.
    Quella è la sua fortuna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un discorso che non fa un grinza, purtroppo... hai ragione:-)

      Elimina
  14. Google+ è molto più "strumento di lavoro" rispetto a Facebook.

    Come autore di testi per il web non posso fare a meno di considerare la sua importanza per quanto riguarda "i segnali" che manda al motore di ricerca di Google e all'aspetto legato all'"authorship".

    Se il web per te è anche lavoro e non solo cazzeggio, Google+ dev'essere un MUST (così come Twitter).

    [Se qui al lavoro non li avessero bloccati dai firewall li userei 10 volte di più]

    ciao!

    RispondiElimina
  15. E siamo a oggi, nel 2013, e confesso che Google+ mi è stato utile, anche per ritornare dall'amico Ferru, che saluto da dì un di aprile prossimo a venire.

    RispondiElimina