lunedì 18 giugno 2012

Il primo romanzo western della storia

Prima o dopo era chiaro che sarei andato a cercarlo, con l’attrazione che ho nei confronti del mito della frontiera era del tutto prevedibile. 

Si trattava soltanto di stabilire come e quando lo avrei postato questo primato. Certo il suggerimento di farlo e di non perdere altro tempo è giunto a proposito da parte di Fra Moretta che ha pensato bene di mettere come immagine del suo profilo Facebook il bel faccione di Josey Wales, alias Clint Eastwood e di taggarmi addirittura con un bel video dei Metallica ambientato nel mondo di Sergio Leone.

Così mi sono dato da fare e ho iniziato a cercare qual potrebbe essere il primo romanzo western della storia.

Ora salta fuori che le storie western cominciarono a emergere grazie ai romanzi di James Fenimore Cooper, ma non ottennero un successo tale per essere riconosciuti come genere a sé stante.Questo fino a che non arrivò dello scrittore statunitense Owen Wister che nel 1902 pubblicò The Virginian: un romanzo ambientato nel selvaggio West che racconta le gesta e la vita di un ranchero a capo del Shiloh Ranch nel Wyoming.

Da questo romanzo  parte la storia western vera e propria e da lì si sono creati una storia e una leggenda tutta una serie di autori a partire da Zane Grey e Louis L'Amour.

Sia vero o no, io proprio non posso metterci la firma. Dovrei chiederlo a Stefano Jacurti o altri esperti, magari coloro che circolano nell’universo di Farwest.

4 commenti:

  1. Lieto di esserti stato di ispirazione Ferruccio:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste una edizione italiana de "Il Virginiano" di Owen Wister, traduzione di Adriana Pellegrini, Longanesi & C., Milano 1965. Stefano Ebert.

      Elimina