lunedì 18 giugno 2012

Il primo romanzo western della storia

Prima o dopo era chiaro che sarei andato a cercarlo, con l’attrazione che ho nei confronti del mito della frontiera era del tutto prevedibile. 

Si trattava soltanto di stabilire come e quando lo avrei postato questo primato. Certo il suggerimento di farlo e di non perdere altro tempo è giunto a proposito da parte di Fra Moretta che ha pensato bene di mettere come immagine del suo profilo Facebook il bel faccione di Josey Wales, alias Clint Eastwood e di taggarmi addirittura con un bel video dei Metallica ambientato nel mondo di Sergio Leone.

Così mi sono dato da fare e ho iniziato a cercare qual potrebbe essere il primo romanzo western della storia.

Ora salta fuori che le storie western cominciarono a emergere grazie ai romanzi di James Fenimore Cooper, ma non ottennero un successo tale per essere riconosciuti come genere a sé stante.Questo fino a che non arrivò dello scrittore statunitense Owen Wister che nel 1902 pubblicò The Virginian: un romanzo ambientato nel selvaggio West che racconta le gesta e la vita di un ranchero a capo del Shiloh Ranch nel Wyoming.

Da questo romanzo  parte la storia western vera e propria e da lì si sono creati una storia e una leggenda tutta una serie di autori a partire da Zane Grey e Louis L'Amour.

Sia vero o no, io proprio non posso metterci la firma. Dovrei chiederlo a Stefano Jacurti o altri esperti, magari coloro che circolano nell’universo di Farwest.

4 commenti:

  1. Lieto di esserti stato di ispirazione Ferruccio:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste una edizione italiana de "Il Virginiano" di Owen Wister, traduzione di Adriana Pellegrini, Longanesi & C., Milano 1965. Stefano Ebert.

      Elimina

Chi commenta su questo sito lo potrà fare solo da loggato con Google. Deve quindi essere consapevole che il suo username resterà inserito nella pagina web e sarà cliccabile. Potrà portare al Profilo di Blogger o a quello di Google+ a seconda della impostazione che si è scelta.
Info sulla Privacy