martedì 5 giugno 2012

I mi piace di American Psycho

Secondo tentativo. Il primo non ha ottenuto il risultato che volevo. Non che sia andato male del tutto però… forse mi aspettavo di più. 

Insomma mi pareva e continua a sembrarmi una buona idea postare articoli del genere. Ora che sia colpa del libro scelto: Il gabbiano Jonathan Livingstone o che altro, non l’ho ancora capito.

Speriamo che con American Psycho vada meglio. Per me questo è un romanzo assolutamente imperdibile e lo metto tra i top degli anni novanta. Non che sia il più bello e quello scritto meglio e non mi permetto neppure di insinuare che Bret Easton Ellis è uno degli scrittori più grandi di ogni tempo. Non voglio mica essere incenerito. 
Assolutamente.

Premetto che quanto riguarda il valore puramente artistico e letterario in sé ce ne sarebbero tante di cose da obiettare - per conto mio la sola parte degna di valore artistico del libro e condensata in pochissime pagine finali, pagine che però potrebbero far storcere il naso a qualcuno sul piano morale. Ma American Psycho rispecchia perfettamente e fedelmente il clima di fine anni ottanta e inizio anni e fingere che il romanzo non sia stato scritto o peggio ancora non prenderlo in considerazione per sua carica scandalistica non mi sembra affatto corretto.

Naturalmente questa è un’opinione del tutto naturale, ma a me

Mi Piace

12 commenti:

  1. Io sarei un po' contrario all'uso generalizzato dei difetti umani, quindi, se è lecito... "non mi piace"...

    ... a me!!

    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va bene, Jennaro... siamo par per orai:-)

      Elimina
  2. capolavorissimo.
    e poi ellis è uno dei più grandi scrittori di tutti i tempi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non voglio scatenare qualche flame e quindi nel post sono stato molto cauto, credo però che tu abbia ragione:-)

      Elimina
  3. Accidenti... io questo libro l'ho dato via appena ho potuto. Ho cercato di leggerlo almeno 3 volte ma ogni tentativo andava a naufragare malamente dopo le 1000 marche di profumo, le 500 di vestiti e le millemila inutili(IMHO) descrizioni e dilungamenti che mi hanno sventrato le... pupille.
    Non sono riuscito a finirlo e adesso ellis mi sta anche un pò sulle pupille :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahahh Eddy indossa un completo in fresco lana fumo di Londra di Giorgio Armani, camicia doble botton cacharel ahhahha

      Elimina
  4. Uhhhhh, bello, bello, bello. Un libro disturbante oltre misura ... PIACE :)

    RispondiElimina
  5. Io penso piaccia a chi deve piacere... cioè se la gente ti sta un po' sul cazzo secondo me è un librone o almeno così mi dicono i miei amici un po' misantropi. Personalmente però le storie col serial killer mi prendono a male, e ho penso di capire cosa voglia comunicare con tutte quelle descrizioni eccetera ma ma di leggermelo e deprimermi a morte non c'ho proprio voglia per niente.

    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' io lo trovo un libro di satira sociale anche se la tua disamina non è male, ti assicuro però che non ha mi depresso:-)

      Elimina
  6. Considera però che ho trovato insopportabile pure il gabbiano J.Livingstone... per cui mi sa che non sono proprio il massimo per il tuo esperimento sui libri :)

    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahhha, non è un problema, voglio solo i mi piace o in non mi piace e oggi funziona già meglio. Credo di non averlo introdotto come dovevo:-)

      Elimina