mercoledì 27 giugno 2012

Germania - Italia: scontro letterario

Domani sera a Varsavia si disputerà la partita di semifinale dei Campionati Europei di calcio tra Germania e Italia

Adesso se partiamo dal presupposto che nelle sette precedenti sfide - parlo di Europei e Mondiali - i tedeschi non hanno mai vinto credere che anche questa volta il favore del pronostico sia dalla parte dell’Italia non è tanto un’eresia.

L’ultima sfida risale all’estate del 2006, quando il mondiale organizzato in Germania: una semifinale vincono ai supplementari per due a zero.
Un’altra sfida leggendaria è quella in Messico, datata 17 giugno 1970. Sempre una semifinale iridata: un indimenticabile quattro a tre per gli azzurri.

Poi arriviamo allo strazio di Madrid, al Mundial 1982. E’ la finale questa volta, con un trionfo di bandiere azzure e tricolori.

In mezzo altre quattro sfide pareggiate: due ai mondiali e due agli europei.

Ecco questo il calcio, ma sul piano letterario come la mettiamo?

Se dovessimo scegliere i grandi nomi che hanno fatto la storia della letteratura i favori del pronostico sono dalla parte della Germania o dell’Italia
Meglio Goethe o Ugo Foscolo per voi?

Insomma, mica semplice. Certo mi piacerebbe mettere insieme una bella formazione di undici scrittori per parte e vedere poi con un bel sondaggio chi vince.

12 commenti:

  1. Ho chiesto una previsione al mio amico astrologo Jennaro attraverso le sue Stelle e mi ha detto che in questi giorni la Merkel ha la Luna di traverso, per cui vincerà certamente 'o Paese d' 'o Sole...

    :-)

    RispondiElimina
  2. Conosco la Germania calcistica meglio di quella letteraria, quindi posso pronosticare solo il risultato sportivo ;-)

    RispondiElimina
  3. OMG. Allora, io AMO alla follia Foscolo ma... ecco... insomma... diciamocelo, era un copione (gli veniva bene, ma copiava). Goethe era meglio. Gli altri due non mi piacciono entrambi (lo so, prendetemi a pugni ma La montagna incantata proprio non sono mai riuscito a finire di leggerla...). Quindi dovrei dire Germania 1 Italia 0. Ma no, non lo dico, perché se confronto tutta la letteratura italiana a quella tedesca, vinciamo 9 miliardi a zero, compresi i Fabi Voli del caso. E speriamo che le stelle ci abbiano visto giusto, che alla signora a capo della Germania giri storto almeno il risultato della partita. Speriamo ;)

    RispondiElimina
  4. Gli sportivi davanti alla televisione.... le volpi tifano per lo spread :)

    RispondiElimina
  5. Sicuramemte Italia anche se Gunther Gross non è male come scrittore.

    RispondiElimina
  6. Non credo che vincerà nessuno. Goethe era un intenditore di letteratura italiana (infatti fu amico di Manzoni, che gli inviò una copia del Fermo e Lucia apprezzata dal tedesco) e ne fu influenzato. Così alcuni italiani sono stati influenzati da libri tedeschi. La letteratura è internazionale. Credo che questa sia la partita più tranquilla di sempre . Un bel pareggio ci sta bene : almeno in questo campo italiani e tedeschi vanno daccordo e sono pari(forse noi però siamo un passo avanti,considerando il nostro passato millenario). Certo se fosse stata una partita di economisti messi a confronto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Gianluca un bel pareggio è ciò che ci vuole:-)
      L'economia che si...

      Elimina