mercoledì 25 aprile 2012

Consigli di scrittura di Jack Kerouac

Eccomi di ritorno con qualche consiglio utile per chiunque voglia scrivere. 
Consigli soggettivi, naturalmente, vedete voi! 

Questa volta a darci una mano è, l’esponente principe della Beat Generation Jack Kerouac

Ho trovato questi suggerimenti in un post del vecchio blog di Antonio Consoli, ora esperto di e-commerce e di consulenza nell’ambito dei media digital.

Buona lettura:

Scrivi taccuini segreti, e batti disordinate pagine a macchina.

Sii umile, aperto, disponibile all’ascolto.

Cerca di non sbronzarti mai fuori di casa tua.

Sii in pace con la tua vita.

Ciò che senti dentro di te troverà la giusta forma.

Scrivi ciò che proviene dal profondo della tua mente.

Rimuovi tutte le inibizioni letterarie, grammaticali e sintattiche.

Racconta la vera storia del mondo utilizzando il monologo interiore.

Il perno dei tuoi interessi è lo sguardo all’interno dello sguardo.

Scrivi ricordando e sorprendi te stesso.

Lavora con uno sguardo efficace, navigando nel mare del linguaggio.

Accetta le sconfitte.

Lotta per rappresentare il flusso di pensieri che già esiste intatto nella tua mente.

Non pensare alle parole quanto ti fermi, ma rifletti sul quadro generale.

Non avere mai paura o vergogna delle tue esperienze, del tuo linguaggio e delle tue conoscenze.

Scrivi perché il mondo ti legga e rappresenta un suo ritratto minuzioso.

Componi in maniera disordinata, indisciplinata, pura, pervenendo a ciò dal basso. Il più matto è il migliore.

Tu sei un genio.

16 commenti:

  1. Ottimi davvero. E anche quello che sembra il più strambo "Cerca di non sbronzarti mai fuori di casa tua", ha un suo senso e non piccolo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' per me, visto le figur che faccio da sbronzo, ha più che un senso:-)

      Elimina
    2. Potrei aggiungere: cerca di non sbronzarti mai fuori di casa tua, se non hai un taccuino o un netbook con te per scrivere :-D

      Elimina
    3. Se sono sbronzo mica scrivo io. Sarei da censurare

      Elimina
  2. Li trovo molto...caotici, il che visto il fluire erratico dell'ispirazione è alquanto calzante.

    Alcuni commenti a me mal si applicano (vedi il consiglio sulle sbronze xD) però in generale sono ottimi. L'ultimo non credo lo penserò mai :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' quello delle sbronza ha colpito nel segno, visto che appare, per ora, in tutti i commenti LOL

      Elimina
  3. Infatti, devo dire che il consiglio sulle sbronze lo seguo xD
    Molto, non so, profondi forse :D

    RispondiElimina
  4. Oltre a consigli di scrittura io ci ho visto anche consigli di vita.
    Mi sono piaciuti molto!
    Grazie Ferru ;)

    RispondiElimina
  5. Domani ci faccio un post-it e me lo appiccico sulla mensola sopra la scrivania!

    RispondiElimina
  6. Infatti solo uno sbronzo poteva scrivere un libro come On The Road: insensato, puoi mescolare le pagine a caso e non te ne accorgeresti visto che non ha né capo né coda. Con tutto il rispetto per chi ha apprezzato quel, a mio parere, orrido libro, in fondo ognuno ha i suoi gusti ed anche io ho il diritto di esternare i miei.

    RispondiElimina