lunedì 6 febbraio 2012

I vincitori del Nebula Award 2011

Certo che per me non esiste un premio con un nome così fantascientifico e bello. “Ho vinto il premio Nebula!” Cavolo, provate a pensarci. Da non dormirci la notte. Non è come vincere l’Hugo o il World Fantasy Award. È il Nebula, la miseria. 

Un premio già fantascientifico con il suo nome: Nebula. Se poi venite a sapere che prima di voi lo hanno vinto Herbert, Asimov, Sturgeon… solo per citarne alcuni, be’ capite che festa?.

Ecco, il guaio, come al solito consiste nel fatto che per vincerlo bisogna scrivere in lingua inglese e sperare di essere nominato in una delle quattro categorie che danno diritto al premio.

Quali?

Miglior romanzo (Best Novel): opere di lunghezza superiore alle 40.000 parole, vinto nel 2011 da Blackout/All Clear di Connie Willis

Miglior Romanzo breve (Best Novella): opere di lunghezza tra le 17.500 e le 40.000 parole, vinto nel 2011 da The Lady Who Plucked Red Flowers Beneath the Queen’s Window di Rachel Swirsky

Miglior racconto(Best Novellette): opere di lunghezza tra le 7.500 e 17.500 parole, vinto nel 2011 da That Leviathan Whom Thou Hast Made di Eric James Stone

Miglior racconto breve (Best Short Story): opere di lunghezza inferiore alle 7.500 parole, vinto nel 2011 da Ponies di Kij Johnson e How Interesting: A Tiny Man di Harlan Ellison

10 commenti:

  1. Eh sì, vincere il Nebula sarebbe una soddisfazione stratosferica!

    RispondiElimina
  2. Considera poi che il Nebula viene assegnato sulla base dei voti degli altri scrittori di fantascienza e quindi rappresenta una sorta di giudizio di gradimento degli esperti.
    Spesso influenza anche le assegnazioni del premio Hugo.
    Ciao.

    RispondiElimina
  3. C'è chi li ha vinti entrambi, lo stesso anno o meno... Ursula K. Le Guin, Arthur C. Clarke, Joe Haldman, David Brin
    e molti altri ancora... Non mi risultano MAI italiani, chiaramente, e nemmeno che ne emergano in questo settore, che sembrerebbe monopolizzato dagli americani :D

    RispondiElimina
  4. Esatto, esempio ne è American Gods di Gaiman che nel 2001 vinse l'Hugo, il Nebula e il Bram Stoker O.o...Mitico :D.

    Ps: Questi aggiornamenti sui premi letterari sono molto utili Ferruccio :D

    RispondiElimina
  5. Hai ragione è un premio bello già dal titolo :D

    RispondiElimina