sabato 7 gennaio 2012

Mai letto HPL?

Questo post mi mette in soggezione, e non poco. Non conosco molto della narrativa di Howard Phillips Lovecraft.
Possiedo una raccolta di racconti e romanzi brevi e suppongo che in questo volume siano inseriti tutti i suoi lavori migliori, ma non vi vorrei dire stupidate: è probabile che ci sia molto di più.

Oltre a questo sono in soggezione perché so per certo che tra i miei lettori, se non affezionati, almeno casuali, ci sono alcuni appassionati ed esperti della narrativa del maestro di Providence e quindi capirete perfettamente il mio disappunto.

Insomma conosco pochissimo la sua cosmogonia. Non conosco molto riguardo a Cthulhu e di città come R'lyeh. So nulla e poco del bestiario che permea il suo mondo. Non conosco quasi per nulla il pessimismo cosmico che pervade la sua narrativa e in un post del genere, per avere una giusta resa critica, avrei proprio bisogno del supporto di certi esperti.

Ora me la sono cavata con Hemingway: in fondo ho letto quasi tutto quelle che c’era da leggere del nobel americano. È andata bene anche con Lansdale e King, sotto certi aspetti. Grazie a voi qualche consiglio è uscito anche per Gaiman. Ma con Lovecraft sono proprio in crisi. Crisi nera. Non so neanche da che parte cominciare. Non posso assolutamente consigliarvi. Non sono proprio la persona adatta

Vi prego aiutatemi!

17 commenti:

  1. Io ho letto tutto, ho 4 volumi di racconti e romanzi brevi (diciamo che sono tutti racconti e alcuni vengono considerati brevi romanzi, ma non so se dagli esperti o da lui stesso).

    Ogni volumi è di almeno 400 pagine. A me piace molto e proprio in questi giorni sto scrivendo un post su Lovecraft :)

    Ha inventanto dei mondi, ha creato delle storie di terrore pure e altre che sono perfino poetiche.

    RispondiElimina
  2. Allora, non conosci Lovecraft?
    Semplice comincia a leggere da THE THING ON DOORSTEP, o IL COLORE CADUTO DAL CIELO.
    Sono alcuni dei suoi ultimi racconti, ti dovrebbero piacere.

    RispondiElimina
  3. Io ho letto solo la raccolta di racconti sul mondo del sogno e il secondo racconto citato da Nick. Sullo scaffale ho "I capolavori" che dovrebbero contenere una scelta ragionevole, ma non ho ancora avuto la forza di affrontare il volumone.
    Grazie a Lovecraft però ho scoperto un altro grande narratore del novecento, Lord Dunsany, che in italia è pressoché sconosciuto ma ha influenzato fior fior di autori, tra cui lo stesso Lovecraft.

    RispondiElimina
  4. Nice coincidence,today I also wanted to write about Lovcraft haha :D
    In my opinion, everyone should understand his world in the own way :) That's why books are amazing!:D

    RispondiElimina
  5. Io ho letto un racconto e non m'è piaciuto manco un po': lento e senza mordente. Per cui ho concluso che HPL sia un autore abbastanza mediocre il cui successo è solo una conseguenza del gioco di ruolo che andava di moda anni fa.

    Ora ti ho tolto dall'imbarazzo, spero... peccato che verrò arso sul rogo! ^^

    Simone

    RispondiElimina
  6. Di HpL ho letto molto, non tutto ma parecchio, e consigliarti qualcosa è davvero dura. Il colore venuto dallo spazio, come suggeriva Nick, è un buon trampolino, così come "Il richiamo di Cthulhu", tanto per restare sul classico.
    Fossi in te aprirei un racconto a caso della raccolta che hai acquistato e vedrei cosa succede: magari non sarà il primo, forse nemmeno il secondo, ma quando entrerai nella mente di Lovecraft e nelle sue storie, non ne potrai più fare a meno.

    RispondiElimina
  7. Ho letto molto (ma non tutto, mi mancano gli ultimi racconti e tutta la produzione poetica) di Lovecraft, però a differenza degli altri non consiglio di partire con "Il Colore venuto dallo Spazio", questo lo lascerei come seconda o terza esperienza con HPL, per iniziare punterei con qualcosa di più semplice e "divertente" come I Gatti di Ulthar o in alternativa il già citato "Richiamo di Chtulhu".
    Altra alternativa a Chtulhu (o comunque, per precedere la lettura del Colore) potrebbe essere "Colui che sussurrava nelle tenebre".

    In bocca al lupo con la scoperta di HPL!

    Nephrem aka Onin aka lurkatore silenzioso al suo primo commento.

    RispondiElimina
  8. Caro Ferru, premetti alle intenzioni su HPL la lettura di "L'uomo che scambiò sua moglie per un cappello" di Oliver Sacks (Adelphi).
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  9. Io non ho mai letto nulla di HPL... ecco, l'ho detto... basta nascondersi... aggiungete una pira per il rogo!

    RispondiElimina
  10. Oh, non l'avrei mai detto!
    Io ho letto tanto, non tuttissimo, ma tanto, tutti i romanzi (o racconti lunghi o romanzi brevi), quasi tutti i racconti brevi, ecc.
    Personaggio giustamente controverso, ma fondamentale per l'horror e la fantascienza.
    Consiglio di partire non con un lungo o con i volumi che racchiudono tutti i racconti, ma proprio con una delle molteplici antologie del "meglio" come quella che possiedi. Non so quale hai, io ho quelle Newton, ma vanno bene per iniziare, di solito contengono scritti abbastanza rappresentativi.

    RispondiElimina
  11. Grazie a tutti, vedrò quello che si può fare. Anche se al momento sono nella condizioni di quando ho scritto il post.

    RispondiElimina
  12. Non sei il solo, anche se io ho la scusa dell'età ahah.
    In ogni caso anche io ho Il Mammut della Newton, e dovrebbe essere la migliore.
    Correggetemi se sbaglio :D

    RispondiElimina
  13. @ Domenico, non so se sbagli, io non ti posso correggere:-)

    RispondiElimina
  14. Dai un'occhiata qui: http://bit.ly/AkGOvr

    Oppure la versione ebook: http://bit.ly/y7pbB9

    RispondiElimina
  15. Il primo racconto che ho letto di H.P.L. è L'orrore di Dunwich, del ciclo di Chtulhu e poi ho letto a valanga tutto il resto. Secondo me è un racconto perfetto e non posso che consigliartelo. Fidati! ;)

    Anche io avevo la versione Mammut, non so se è la migliore ma mi ci sono sempre trovato bene. ;)Se vi interessano gli ebook invece, qui trovate tutti i romanzi e i racconti a poco meno di 5 euro. Consigliatissimo!
    http://www.ultimabooks.it/tutti-i-romanzi-e-i-racconti

    RispondiElimina
  16. Tra i suoi lavori mi sento di consigliare "alle Montagne della Follia", davvero molto bello.

    RispondiElimina