lunedì 16 gennaio 2012

I trionfatori del Premio Hugo 2011

Per gli appassionati della fantascienza il Science Fiction Achievement Award non è nulla di sconosciuto, anche se suppongo sia più noto come Premio Hugo

Si tratta di uno dei riconoscimenti più importanti per lavori di fantascienza e fantasy e viene assegnato ogni anno durante il World Science Fiction Convention (Worldcon), il congresso mondiale degli appassionati di fantascienza. È dedicato a Hugo Gernsback, fondatore nel 1926 della rivista Amazing Stories, la prima rivista di fantascienza del mondo.

La premiazione avviene in maniera piuttosto singolare: durante il Worldcon viene proposta al pubblico una rosa di autori candidati, e il premio viene aggiudicato all'autore più votato dal pubblico presente.
Quindi l’Hugo sembra riflettere a tutti gli effetti il gusto medio dei lettori di fantascienza più appassionati. 
Ecco i premiati dello scorso anno, per le varie categorie:

Romanzo: Blackout/All Clear di Connie Willis
Romanzo breve: The Lifecycle of Software Objects di Ted Chiang (Il ciclo vitale degli oggetti software, Odissea Fantascienza, Delos Books, ottobre 2011)
Racconto lungo: The Emperor of Mars di Allen M. Steele
Racconto breve: For Want of a Nail di Mary Robinette Kowal
Saggio: Chicks Dig Time Lords: A Celebration of Doctor Who by the Women Who Love It a cura di Lynne M. Thomas e Tara O’Shea
Graphic novel: Girl Genius, Volume 10: Agatha Heterodyne and the Guardian Muse di Phil & Kaja Foglio
Film: Inception
Telefilm: Doctor Who: ‘‘The Pandorica Opens/The Big Bang’’
Curatore collane romanzi: Lou Anders
Curatore riviste e antologie: Sheila Williams
Artista professionista: Shaun Tan
Rivista semiprofessionale: Clarkesworld
Fanzine: The Drink Tank
Scrittore non professionista: Claire Brialey
Artista non professionista: Brad W. Foster
Premio John W. Campbell: Lev Grossman

8 commenti:

  1. Quest'anno tifo per Martin!
    Comunque è un premio molto interessante. Oltre al fatto che la giuria è composta dai lettori, è comunque un premio prestigioso (anche se riflette il successo che l'autore già ha riscosso) e il primo nel genere.
    Peraltro per nominare (e forse anche per votare) basta essere iscritto a un certo numero di convention di fantasy e fantascienza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Interessante Salomon Xeno... bisognerebbe sapere dove si svolge quest'anno

      Elimina
  2. Che bella segnalazione.
    Grazie.
    Comunque la Willis ormai è diventata una delle scrittrici con il maggior numero di vittorie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nick, ho scovato un modo per allungare ancora la rubrica "Primati letterari"

      Elimina
  3. Segnalo che il racconto "Emperor of Mars" (L'imperatore di Marte) è uscito in Italia su "Robot" 64, Delos Books.
    I votanti sono gli iscritti alla convention in cui il premio viene assegnato, ma la votazione non avviene alla convention ma per posta o email nei mesi precedenti. Questo è possibile perché le iscrizioni alla WorldCon tradizionalmente si sottoscrivono con molti mesi di anticipo, e anzi il fatto di poter votare all'Hugo è uno dei motivi per iscriversi per tempo.
    Quest'anno è a Chicago, dal 30 agosto al 3 settembre. Io personalmente sono stato solo alla WorldCon di Glasgow nel 2005.
    S*

    RispondiElimina
  4. Uno dei miei immodesti sogni nella vita è essere un giorno in questa classifica :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che siamo sulla stessa lunghezza d'onda:-)

      Elimina