mercoledì 4 gennaio 2012

Aspettando il Flamenco

Il buon esito dei feedback ricevuti negli ultimi mesi per i racconti postati: Lo sport è l’oppio del popolo, La farsa della grande corsa estiva e la riscrittura de Il gatto con gli stivali mi stanno - per così dire - stimolando a postarne altri. 

Ne ho diversi. Certo non perfetti. Anzi devo rimescolarli ed editarli per bene prima di metterli sul blog. Tuttavia sostenere che ne posterò uno al mese nel 2012 non è un’eresia, sempre che non caschi il mondo.

Il primo che pubblicherò è Flamenco. Penso di postarlo verso la fine del mese - e ora che l’ho detto sono obbligato a farlo davvero. Si tratta di un racconto che ho scritto la primavera scorsa per il Gran Prix de La Tela Nera e con qualche piccolo aggiustamento penso dovrebbe essere più che godibile. È ambientato durante le feste Natalizie sotto una bella nevicata a Madrid e con molta probabilità avrebbe fatto il suo bel figurone in questi giorni di festa. Ma nei giorni scorsi giustamente ho avuto altro in testa e non ho mica avuto tanto tempo per stilare propositi per l’anno che verrà. 
D’altra parte non sono neanche uno che stila la scaletta dei propositi. 

Ma i racconti ci sono e non fanno mai male e tra un po’ arriveranno.
Nel frattempo vi indoro la pillola, spammando (ma non è vero, dopotutto il blog è del sottoscritto) l’ultimo video musicale realizzato da gente n casa.

Lui si che si intende di flamenco.


10 commenti:

  1. Confesso che mi sono venuti i brividi ascoltando l'arpeggio del maestro Gianola e non so perché ma quando vedo cose simili il mio primo desiderio è quello di buttare via la chitarra... :-)

    RispondiElimina
  2. @ Jennaro, glielo dico. io per esempio l'ho buttata via e mi sono dedicato al sax

    RispondiElimina
  3. Ti farò un'altra confessione: da ragazzo ero chitarra solista in un complessino di Paese, assieme a quattro splendidi amici tra cui il sassofonista. Peccato che il lavoro mi abbia allontanato da loro e dalla musica, magari adesso avrei potuto fare un duetto con il maestro... :)

    RispondiElimina
  4. Eh vabbè, succede... io però non guardo indietro

    RispondiElimina
  5. Bene, non vedo l'ora di leggerti! ;)

    RispondiElimina
  6. La "pillola indorata" è veramente bella e assai godibile, aspetto con ansia anche il racconto. Baci.

    RispondiElimina
  7. Buon Anno Mister :) vai così....

    RispondiElimina