giovedì 1 dicembre 2011

Il meglio e il peggio di novembre

Immagine Corporate Blog
Consueto post di riepilogo di quello che è successo il mese scorso sul mio blog. Dopo aver postato articoli classificando soltanto il meglio, da questo dicembre, e così sarà per i prossimi mesi, ho deciso di mettere il meglio e il peggio.

Naturalmente è un gioco. Diventa davvero difficile capire quale sia l’articolo peggiore e l’articolo migliore che abbia postato, se non a spanne e con un criterio poco ortodosso.

Ma cerchiamo di spiegarci.

Dunque, io rimango un pochino male, come tutti suppongo, quando un mio post non riceve commenti. Davvero! Però va considerato che i due articoli in questione sono anche tra quelli che hanno ricevuto il maggior numero di visite.

Questo articolo per esempio è stato ritwittato un’infinita di volte, a ottenuto parecchi mi piace in Wikio e non passa giorno che non trovi nelle statistiche qualcuno che ci traffichi dentro, ma lo stesso succede anche con il post con il bando di concorso di Alessandro Girola.
Insomma se dovessi classificare il successo da un commento, il risultato parla da solo ma se ci mettiamo le visite… be’ cambia tutto.

Certo mica posso aspettarmi che tutti i post ricevano i commenti come in Dove si comincia con Hemingway o Cinque luoghi surreali in cui sono stato, però ve lo dico spudoratamente i commenti mi mancano e a volte mi basterebbe anche un semplice ciao.

Che ruffiano Ferruccio

25 commenti:

  1. Beh, capisco che non posso fare paragoni, ma di solito ho un sacco di visite e uno o due commenti risicati se mi va bene. Per il resto del tempo nemmeno un ciao in molti miei post... ma è bello così :-)

    RispondiElimina
  2. ahahah non è vero Marco, ricevi visite e anche commenti, anzi adesso ti metto anche nel Blog roll e scusami se ci ho messo un po':-)

    RispondiElimina
  3. Figurati Ferruccio. Io ancora, come si dice a Modena, ci spistolo con il blog ;-) Sono nella fase tutto fun e poca riflessione. Comunque è un bel mondo e un modo per mettere giù idee, pensieri e visioni al volo. P.S. io devo ancora capire come funziona il blog roll :-)

    RispondiElimina
  4. ahahaah lo capirai Marco, eccome lo capirai:-)

    RispondiElimina
  5. Lo sai che Michelangelo si rivolterà nella tomba per questo!!! Ma in fondo è giusto: basta con i modelli stile manichini intimissimi. Anche De Gregori ha elogiato la donna cannone.

    Se non si ricevono commenti di un post è forse il caso di non insistere con altri argomenti simili che non fanno discutere?
    Io credo di sì, non è detto che se non si riceva un commento il post non piaccia.

    Comunque terrò presente la tua sensibilità.

    RispondiElimina
  6. The Dark Place1 dicembre 2011 10:32

    posso fatturarti €5 per ogni commento, no problem :) THE DARK PLACE

    RispondiElimina
  7. Ciao Ferruccio. ;)
    A parte gli scherzi, ti capisco anche io rimango male quando un post riceve pochi commenti. Io credo che alcuni comincino a dare scontata la presenza, la disponibilità ed anche l'amicizia di una persona e questo succede anche in rete. Forse sarebbe ora di far presente un po più spesso certe cose non siamo nè debbano essere mai a senso unico.

    RispondiElimina
  8. @ Grazie Lisa:-)

    @ The Dark Place: posso scaricare poi il fatturato? LOL

    @ Nick: non vuole essere una polemica, anche perché ripeto sono post tra i più visitati e soltanto una considerazione, se poi arrivano i commenti ben venga:-)

    RispondiElimina
  9. @lisa ciao :) solo una precisazione (siccome si sta parlando della mia canzone preferita e dalla quale ho tratto un verso per il mio epitaffio)... la donna cannone al circo (e pure quella di de gregori) non è la donna grassa in esposizione, è "solo" quella che si fa sparare dal cannone.
    Forse quella grassa è la donna cannolo, non so.
    ciao ferru'

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. A me talvolta i commenti agli articoli del mio blog mi arrivano dagli amici direttamente nella casella di posta elettronica. Forse non hanno ben chiaro il concetto di blog!

    RispondiElimina
  12. Io certe volte mi faccio il mazzo per scrivere articoli che richiedono parecchio tempo e ottengo al massimo una manciata di commenti. Una volta ne ho scritto uno alla buona, sui libri che volevi scrivere, e è uno dei più commentati.

    Sì, forse tu sarai ruffiano :) ma la gente è strana.

    RispondiElimina
  13. Io, di commenti, ne ricevo molto pochi. Però ognuno di essi lo considerò come un dono, un tesoro che vale la pena essere conservato.
    Lo so, sembro sentimentale, ma sono appena all'inizio di questa avventura blogghesca e tutto quello che mi arriva da chi legge quello che scrivo mi sembra oro colato :)

    RispondiElimina
  14. ah Ferru Ferru ;) ma quel doppio Michelangelo non se po' vedè! ^__^

    RispondiElimina
  15. @ Hombre: ciao:-)

    @ Ivano, benvenuto: pazienza ci vuole:-)

    RispondiElimina
  16. @ Narratore: ti confesso che la penso allo stesso modo:-)

    @ Daniele: già la gente è proprio strana:-)

    @ Donata: fa schifo eh?

    RispondiElimina
  17. Che devo dire io, da me scambiano libri per film e film per riviste, ahahaha! Sarà l'impostazione, mah...
    E bravo Ferruccio, con questo trabocchetto stai facendo un nuovo post ipercommentato, ahah! Scherzo, grande!
    A proposito del post sui luoghi surreali, in quello con le foto delle città, per certi versi affine, mi sembra manchi la rivelazione di una. Ho letto male io? Mi piacerebbe saperlo perché è l'unica che non ho riconosciuto!

    RispondiElimina
  18. Madrid Luigi e per quanto riguarda il tuo blog, sei troppo bravo a parlare di fil lasci tutti senza parole:-)

    RispondiElimina
  19. Grazie per il benvenuto. Vedevo di continuo il tuo nome nel cassetto dei calzini di Lisa e alla fine mi son deciso a farti una visita.

    RispondiElimina
  20. Grazie Ivano, ho dato un'occhiata al tuo blog, ma ripasso senz'altro:-)

    RispondiElimina
  21. Sei il benvenuto, manco a dirlo :-)

    RispondiElimina
  22. Molte volte, "noi blogger", ci troviamo a perorare cause di terzi, con lo scopo di far conoscere e promulgare un loro stato di necessità. Così dimentichiamo che anche noi abbiamo bisogno di un minimo di prossimità, e, perché no, anche una pur modica adesione.

    Ammettiamolo, i commenti sui nostri blog ci mandano in estasi, e anche fossero critiche, noi non mandiamo loro a quel Paese...

    Detto questo, mi sono assicurato di non esserci mandato io, perché dico: hai ragione, sei proprio un ruffiano Ferruccio... :-)

    RispondiElimina
  23. @Hombre: sto ancora ridendo adesso!
    comunque grazie per la precisazione. Sei simpatico!

    @Ferruccio: Hai visto! Ora che ti sei lagnato hai ricevuto 23 commenti e il mio post di giovedì ne ha solo 5. Cosa faccio mi butto giù dalle scale o mi congelo nel fiume?

    RispondiElimina