sabato 19 novembre 2011

Volete incontrare Danilo Arona?

L’occasione è di quelle ghiotte e se siete appassionati di un certo genere di letteratura e magari avete la possibilità di coglierla non perdetela. Danilo Arona non è uno scrittore che si può incontrare tutti i giorni.

A offrire la possibilità di un incontro concreto con il Vate di Bassavilla e I segreti di Malapunta ha pensato Edizioni XII, organizzando una cena tra le nebbie di Bassavilla il prossimo sabato 26 novembre, a San Giuliano Vecchio (AL), presso l'agriturismo Cascina Vigna Santa, per una serata organizzata in modo tale che tra un bicchiere di vino e un asado permetta di reggere alle scoperte più scioccanti e alle visioni più assurde.

Chi lo desidera può quindi recarsi a San Giuliano Vecchio, ma non deve dimenticare di scrivere a info@xii-online.com o di chiamare il numero 3453407024 per prenotare il posto o per chiedere ulteriori informazioni.

Il costo di partecipazione alla serata, aperta a tutti, è di 28 € e c’è tempo sino alla mezzanotte di oggi per prenotare.

Danilo Arona, classe 1950, giornalista, scrittore, musicista, ma anche ricercatore sul campo di “storie ai confini della realtà”, critico cinematografico e letterario, instancabile “nomade” editoriale e forse qualcos’altro su cui si può tranquillamente sorvolare.

È uno dei maestri indiscussi della letteratura horror italiana. Al suo attivo: un incalcolabile numero di articoli disseminati qua e là tra giornali e riviste varie, saggi sul cinema horror e fantastico e sul Lato Oscuro della Realtà.

Da anni si dedica alla narrativa, elaborando un personale concetto di horror italiano, legato alle paure del territorio, forse in grado di dimostrare che la nostra solare penisola è uno dei più vasti contenitori mitologici del pianeta: ormai decine sono i titoli dei suoi romanzi, tra i quali La Stazione del Dio del Suono, Palo Mayombe, Rock, L’Estate di Montebuio, Santantae davvero troppi altri per elencarli qui: potete visionarli alla sezione “Libri” del suo sito personale.

3 commenti:

  1. Mi piacerebbe moltissimo, ma, come mi è capitato di dire fin troppe volte, sono lontanuccio. :)

    RispondiElimina
  2. Sto leggendo proprio in questi giorni Malapunta e l'idea di poter incontrare Arona mi solletica. Non so se fra impegni di lavoro e distanza riuscirò a combinare, ma ti ringrazio per la segnalazione :)

    RispondiElimina
  3. @ Luigi: un'altra volta:-)

    @Narratore: prego:-)

    RispondiElimina