domenica 25 settembre 2011

Via alla velocità della luce

Un giorno nel futuro, forseÈ stato inaugurato nella mattinata, sotto un magnifico sole autunnale, alla presenza delle maggiori autorità dei governi dei due stati interessati al progetto (mancava soltanto il nostro Presidente del Consiglio), il fantascientifico tunnel sotto oceanico che collega la Stazione Termini di Roma con la Grand Central Station di New York.

Un tunnel lungo ben 6900 chilometri che con gli ultra avveniristici e di nuova concezione “Treni supersonici italiani” potrà essere percorso in meno di otto ore: un vantaggio non da poco dunque per chi soffre di aereofobia.

Il tunnel costruito dopo cinque anni di lavori, di incidenti mortali, di attentati e di polemiche politiche e sociali è costato un pacco di soldi. Denaro che sicuramente cadrà sulla testa dei cittadini italiani e americani. 

Polemiche che non cesseranno, soprattutto in merito alla gaffe del nuovo Ministro dell’Istruzione italiano che nel discorso inaugurale di stamani ha clamorosamente sbagliato l’uso dei termini tecnici intestardendosi più volte nel definire i treni più veloci della luce.

Grandi e grasse risate tra i presenti, soprattutto tra  i bambini delle scuole elementari invitate all’evento.

Insomma che il nostro ministro abbia confuso i nostri treni con le astronavi di Star Trek?

19 commenti:

  1. Con certi geni in giro, mi domando come mai non abbiamo già piantato la bandiera italiana su Plutone. O forse lo abbiamo fatto ma il complotto demoplutomassogiudocomumediatico non ce lo ha fatto sapere.

    RispondiElimina
  2. quando ho sentito la notizia a momenti mi strozzavo dal ridere!!!

    RispondiElimina
  3. Ragazzi, ma vi rendete conto che Madame Neutrino è quella che mi paga l'assegno di ricerca tutti i mesi?
    Che tristezza.
    E non oso pensare a cosa sarebbe accaduto se, invece che sui neutrini, la ricerca avesso portato nuove conoscenze sui bosoni.

    RispondiElimina
  4. E diciamocelo che, a volte, la realtà (tutta nostra ed italica) supera i migliori posts fantascientifici?!

    RispondiElimina
  5. Potremmo sempre cambiare le leggi e i libri scolastici imponendo la definizione del nostro Ministro come quella corretta.
    In fin dei conti sarebbe un atto di responsabilità nei confronti della Patria, no?

    RispondiElimina
  6. Alle volte la realtà italica supera i migliori posts fantascientifici in maniera esilarante (ed imbarazzante)!

    RispondiElimina
  7. Non c'è limite al peggio. Anche in situazioni come questa, in cui mostriamo i nostri meriti, c'è sempre che riesce a mettere in ridicolo tutto il paese.

    Comunque, ottimo articoletto. Questa è ironia di gran classe.

    RispondiElimina
  8. Questa si che è istruzione.......

    RispondiElimina
  9. Sì, roba da matti, davvero, grazie a tutti, ma ieri ero out per rispondere:-)

    RispondiElimina
  10. Il problema è che questa gente è al di là delle figuracce, e non solo per le cantonate come quella del Ministro che almeno ci strappa una risata, ma per le mille altre scelleratezze compiute col denaro pubblico.
    Ma non voglio neanche parlare di questi pagliacci involontari.
    Penso a questa galleria di 6900 chilometri sotto l'oceano, e mi vengono i brividi.
    Otto ore sotto tonnellate d'acqua?
    Naaah, preferisco starmene sulle nuvole su un bel, collaudatissimo, 747.
    Poi, fate voi.

    RispondiElimina
  11. @ Luca: non sei aereofobico a quanto vedo :-)

    RispondiElimina
  12. Ahahahah. Si ride. Amaro. Per non piangere.

    RispondiElimina
  13. l senatore Lusi ha annullato il detto che recita
    in casa dei ladri non si ruba.
    io aggiungo bravo
    e/a chi è rimasto con le pive nel sacco dico chi la fa l'aspetti VITTORIO

    RispondiElimina
  14. Qualcuno ha detto bosoni ?!? Ecco, proprio quello che mi son rotto... Vaaaaaabene.... Va tutto bene !

    RispondiElimina