domenica 29 maggio 2011

Giornata fortunata

Eccolo! Ci sono riuscito. Dopo tre settimane di appostamenti, finalmente, sono riuscito a immortalarlo. Per la sesta stagione consecutiva riesco a vederlo nel suo habitat, mentre si riscalda al sole, e posso dire che è ancora vivo.

Nulla di letale, non si avvicina per nulla all’Echis Carinatus che ho descritto su La Tela Nera, e non ha niente a che vedere con l’Acanthophis Antarcticus (così apprenderete, una volta per tutte, dove sono andato a prendermi quel nick fasullo che uso si face book), però per un erpetologo dilettante come il sottoscritto è sempre una soddisfazione poter immortalare un serpente, anche se si tratta di un rettile innocuo.

Già proprio così, questo Biacco non sa neppure dove sia di casa il veleno, però se cercate di afferrarlo state certi che proverà a mordervi o peggio ancora a secernere una sostanza nauseabonda che non vi levate di dosso neanche con il sapone di Marsiglia.

Insomma, oggi con questa foto mi sento quasi uno di quei naturalisti del National Geographic.

18 commenti:

  1. mi sa che dovevi usare un diaframma stretto con un tempo di otturazione piccolo per far si che la foto ti venisse perfettamente a fuoco! o era il contrario?

    RispondiElimina
  2. Fatta con un cellulare da strapazzo Giuseppe:-))

    RispondiElimina
  3. Bisogna sapersi accontentare alle volte. :)

    RispondiElimina
  4. perchè non ti compri una compattina avanzata? non costano eccessivamente e permettono di fare ottime foto! o magari una reflex di seconda mano, ce ne sono delle ottime che costano pochissimo!

    RispondiElimina
  5. comunque ho visto un errore al mio primo posto.... se il diaframma è piccolo il tempo di otturazione deve essere grande! :P

    RispondiElimina
  6. Mi devo attrezzare, Giuseppe... avessi avuto in mano una macchina fotografica, avrei colto un arcobaleno spettacolare l'altra sera

    RispondiElimina
  7. Bellooooooooooooo!!!! adoro i serpenti, e questo è spettacolare!!

    RispondiElimina
  8. @Liber@discrivere: contento che ti piaccia, non è facile beccarli:-)

    RispondiElimina
  9. Ma il cuculo cantava anche questa volta? O era silenzioso? Che c'è da capire che fine ha fatto!

    RispondiElimina
  10. No, no, continua a cantare felice Charlie:-)

    RispondiElimina
  11. Il saettone! Che bello! :) Grande Ferruccio :)

    RispondiElimina
  12. Io ho orrore dei serpenti, è una cosa di pelle. Non è paura di essere morsi o che, è proprio ribrezzo! però la foto è bellissima comunque.
    Temistocle

    RispondiElimina
  13. @ Michela ora aspetto una vipera:-)

    @ Tim, cavolo, devo attrezzarmi con una macchina a modo:-)

    RispondiElimina
  14. Per fortuna ci sono ancora persone che amano questi bellissimi e soprattutto utili animali.... Vai Ferruccio questo è solo il primo ;)

    RispondiElimina
  15. Max io vado pazzo per i serpenti:-)

    RispondiElimina
  16. visto che entrambi amiamo i serpenti ti consiglio di dare un occhio a questo fotografo...spero ti faccia piacere:

    http://thepathofhobina.blogspot.com/2011/01/guido-mocafico.html

    RispondiElimina
  17. @ Hobina03: wow,
    appena supero l'impasse di questi giorni passo a commentare:-)))

    RispondiElimina