lunedì 25 aprile 2011

Se lo dice il Daily Telegraph

Inventare classifiche deve essere una fonte mica da ridere per riempire siti web e ricevere visite. Se lo ricordate, infatti, avevo già parlato di una classifica letteraria proposta da un grande network televisivo. 

Ora è il turno del Daily Telegraph che propone una classifica di cinquanta libri che si può fare a mano di leggere prima di morire.

Naturalmente ci sono anche le motivazioni sulla scelta dei libri appartenenti a questa classifica. Questi per esempio sono i primi dieci:

James Joyce, Ulisse
Georges Orwell, 1984
Jane Austen, Orgoglio e pregiudizio
Jane Austen, Emma
David Herbert Lawrence, L'amante di Lady Chatterley
Geoffrey Chaucer, I racconti di Canterbury
Francis Scott Fitzgerald, Il grande Gatsby
Francis Scott Fitzgerald, Tenera è la notte
Victor Hugo, I miserabili
Margaret Mitchell, Via col vento
Gabriel García Márquez, Cent'anni di solitudine

Qui, però trovate il resto della lista e le motivazioni della scelta.

Che dite mi sono perso qualcosa? O meglio: non capisco qualcosa?

10 commenti:

  1. Leggo tutto quello che non leggono gli altri.
    Mi sono sempre trovato bene.
    Quando ho iniziato a leggere qualche libro tra quelli citati mi sono annoiato dopo poco.
    Virtuosismi letterari con poco costrutto.
    Esibizione, spesso, di mera abilità affabulatoria.
    Il dogmatismo letterario mi è solennemente fastidioso.
    Ora magari dovrei rivedere la lista ma, in linea di massima, credo, non ti sei perso granchè.
    Con quei 50 libri ci è cresciuto un mondo ... ed i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
    Una vera schifezza.
    Ciao.

    RispondiElimina
  2. Ennò! Cent'anni di solitudine NO! :) - i tabloids inglesi, a mio parere, ci sguazzano a sparar queste classifiche che decisamente sono inutili se non per giochicchiare con la fantasia del *cosa ci metterei io in quella classifica lì*. (ma non hanno da star dietro al matrimonio del millennio?!)

    RispondiElimina
  3. Ammetto che ci stavo cascando e stava già partendo il flame pieno di insulti. Poi ho letto le motivazioni e ho capito.
    Ah, benedetto umorismo inglese... ;)

    RispondiElimina
  4. @ charlie: presto ci sarà la classifica dei libri letti da William e Kate:-)

    @ gian_74:
    Of course

    RispondiElimina
  5. E su quali considerazioni hanno stilato questa lista???
    La lettura è ancora un simbolo di libertà, perchè ogniuno è libero di leggere quello che crede.... o no???

    RispondiElimina
  6. @ Max: mi sa che si tratta del solito giochino di stampo anglosassone, vai a capirli:-)

    RispondiElimina
  7. Gianni hai perfettamente ragione. Vorrei aggiungere che 1984 è il primo romanzo di denuncia contro Stalin e tutte le dittature ( assieme agli altri libri di Orwell).Chi ha scritto quell' articolo è un tale (per non offendere) che voleva far parlare di sé. Ferruccio non ti sei perso nulla , sono quegli articoli per attirare gente al proprio giornale , infatti tu ne hai giustamente parlato .E' satira e basta, non è un articolo di critica letteraria. Gianluca Bisso

    RispondiElimina
  8. inventare classifiche, cioè farle dal niente é una cosa che ho provato a fare e devo dire è veramente difficile

    RispondiElimina