domenica 17 aprile 2011

Robin Hood dell’acqua

Bergamo aprile 2043 – Con una spettacolare azione eseguita dagli agenti del Corpo Forestale, svoltasi nella giornata di ieri sui pendii innevati le alpi Orobie, è stata smantellata la banda che da mesi si divertiva  a regalare bottiglie d’acqua potabile nelle piazze delle città del nord Italia. L’azione è terminata con l’arresto di ventidue elementi.

Il gruppo di “terroristi dell’acqua” passava da mesi le notti in vari rifugi alpini e approfittava della neve fresca di questo inizio primavera per riempire bottiglie di plastica. Le bottiglie, in seguito, con la neve disciolta e trasformata in acqua potabile, erano offerte di nascosto nelle piazze delle città del nord Italia agli indigenti e ai pensionati.

Si pensa a una forma di protesta dovuto al continuo rincaro dell’acqua: prezzi che hanno raggiunto cifre da capogiro. Tuttavia gli inquirenti, dopo l’arresto del capobanda, uno scrittore fallito e vanesio (un tale che si fa chiamare il Robin Hood dell’acqua), ritengono che sia soltanto una forma di pubblicità adottata dallo scrittore per promuovere la vendita dei suoi eBook.

Può darsi che sia così. Per il momento, però, il famigerato personaggio dovrà rispondere per approvazione indebita (come tutti sanno la neve, come la pioggia, è ormai considerata proprietà privata) e contrabbando.

21 commenti:

  1. Scusami se la butto in politica, ma temo che se andasse avanti la privatizzazione dell' Acqua, portata avanti da "coloro che pensano per noi", uno scenario del genere non sarebbe poi così fantascientifico.

    RispondiElimina
  2. Non avevo letto la data in cima al post, e non mi ha neppure sfiorato il dubbio che fosse uno scherzo... poi sono arrivata a "fallito e vanesio", lì mi sono svegliata :P

    RispondiElimina
  3. Approvo indebitandomi di impegni.

    RispondiElimina
  4. Speriamo che tutto ciò non si avveri prima della data che ipotizzi...

    RispondiElimina
  5. @ Nick: tu sei un grande:-)

    @ Michela: grazie per la considerazione Lol

    RispondiElimina
  6. @ Frank: ti stimo e tanto:-)

    @ Sekhemty: alla frutta siamo arrivati da un pezzo:-)

    RispondiElimina
  7. Un terrificante futuro che potrebbe avverarsi già oggi, infatti, contro ogni legge Naturale si sta cercando di acquisire la proprietà di un bene PUBBLICO come l'Acqua....
    Vergognoso oltre ogni limite!!!

    RispondiElimina
  8. Sai come la penso su queste cose - e spero di poter fare la mia per subito-dopo-Pasqua.

    D'altra parte, il tuo scenario si è già verificato - a partire dal 2006, in Sud America.
    Le chiamano "Water Wars".
    Benvenuti nel ventunesimo secolo.

    RispondiElimina
  9. @ Davide: spero di porti fare un'intervista a breve:-)

    RispondiElimina
  10. Ehi guarda che significava che quando ho letto quella riga ho capito che stavi scherzando... che ti fai venire in mente :)

    RispondiElimina
  11. Ma certo Michela, ci mancherebbe :-))

    RispondiElimina
  12. D'accordo con Nick e Michela: non è mica tanto fantascienza, e purtroppo neppure tanto lontano nel tempo uno scenario del genere... :-(

    RispondiElimina
  13. Ciao e piacere!
    eh, eh, davvero carino questo post... mi sono fatto due risate di gusto.

    P.S: ...e poi ho vomitato ;)

    RispondiElimina
  14. @ Ariano: già, problematica molto attuale:-)


    @Eddy: benvenuto e grazie.
    Mi spiace per i conati di vomito ma non è colpa mia:-)

    RispondiElimina
  15. Purtroppo io arrivo sempre tardi per commentare i post della domenica, perché non ho internet a casa. Comunque quoto Nick, Ariano, Davide... c'è poco da ridere in questo momento. E' importante, con i nostri blog, fare informazione sui prossimi referendum, perché penso proprio che adesso inizieranno le campagne del governo per disinformare o addirittura invitare a non andare a votare. Già lo slittamento a giougno...
    Temistocle

    RispondiElimina
  16. In ritardissimo...
    Quando vuoi, sai dove trovarmi ;-)

    RispondiElimina
  17. @ Davide: grazie, il tempo di studiare bene quello che ho in mente e arrivo:-)

    RispondiElimina
  18. leggo sempre cose fuori dal mondo sul tuo blog, questo non lo sapevo, grazie

    RispondiElimina
  19. Una previsione, neanche troppo lontana di quella che potrebbe essere la realtà.

    RispondiElimina