mercoledì 20 aprile 2011

Quando la realtà supera la fantasia

Ho trovato in questo articolo apparso su Strategie Evolutive pochi giorni fa delle assonanze con le cronache del futuro che sono solito postare. Lì per lì ci ho fatto una risata e ho lasciato il mio commento. Poi rimuginandoci un poco mi sono detto che insomma è proprio vero che molte volte la realtà supera la fantasia.

Ora, per non perderle nei meandri del blog, allego dieci notizie, allo stesso modo di altre rubriche.
Ma voi non limitatevi a dare un’occhiata alle notizie se non lo avete ancora fatto.
Provate a rispondere a questo quesito: è la realtà che nutre la fantasia o viceversa?

12 commenti:

  1. Fa pensare. Io credo veramente che la realtà sia talmente inconcepibile che anche con la fantasia più sviluppata a tante cose non ci arriveremo mai.

    RispondiElimina
  2. La realtà supera la fantasia, e la nutre.
    Uno dei fatti veramente meravigliosi è proprio che la realtà ha sempre il potere di sorprenderci.

    RispondiElimina
  3. Spero che i libri di carta non spariscano mai; il loro fascino non può essere paragonato ad alcuna tecnologia.
    E'già da un pò che mi aspetto una tassa per concederci di rspirare.
    La pillola del sonno non mi tocca: la mia insonnia è, ormai, cronica.
    Non continuo l'elenco per non annoiarvi, ma rispondo volentieri alla tua domanda. La realtà è nettamente superiore a qualsiasi fantasia anche della più fervida mente.

    RispondiElimina
  4. La fantasia??? Il perno del futuro, senza questo fantastico potere, non potremmo definirci Uomini....
    Ma mentre molti fantasticano sul mondo del futuro, tanti altri fantasticano su come Fregare il prossimo nel futuro(come hai immaginato nel tuo precedente post la privatizzazione dell'acqua, con il relativo Contrabbando di acqua, incredibile vero??? Realizzabile???
    Probabilmente si)

    RispondiElimina
  5. La cosa che lascia stupefatti è che la realtà è molto meno credibile della fantasia. Vi sfido a scrivere una storia in cui siano narrate le vicende dei nostri politici. Vi prenderebbero per pazzi!

    RispondiElimina
  6. In questi giorni sto leggendo "1984" di Orwell. In certi paragrafi mi viene da pensare "esagerato, esasperato, enfatizzato". Poi ripenso alle cronache di ciò che accadeva in Unione Sovietica ai tempi di Stalin, e a quello che accade oggi in Corea del Nord. E penso "beh, non è così esagerato questo paragrafo".

    RispondiElimina
  7. @ Rosario: tu porti a tre il risultato:-)

    @ Max: speriamo sia la fantasia a vincere in questo caso:-(

    RispondiElimina
  8. @ gian_74: tocchi un mondo fantastico LOL

    @ Ariano: già, sono della stessa opinione:-)

    RispondiElimina
  9. La fantasia sta alla base di tutto! Prima nasce il pensiero e solo dopo questo si può concretizzare in un fatto reale, il contrario non è possibile, quindi è sicuramente la fantasia a creare e nutrire la realtà. Infatti spesso la nostra tecnologia, gli studi e le ricerche che tanti scienziati fanno, si basano su romanzi di fantascienza. ;-) In Olanda (se ricordo bene) stanno facendo studi sul teletrasporto, sull'invisibilità e su altri fenomeni considerati da molti di pura fantasia ;-) E poi provate a pensare ai grandi geni della storia, Tesla ad esempio, prima ancora di creare i suoi prototipi in laboratorio, li creava nella sua mente, li montava, smontava, faceva diverse prove e test e, li collaudava per bene e se tutto funzionava (a livello di immaginazione) allora li creava nella realtà. Tutto ciò che è reale prima ancora di essere tale deve per forza di cose esistere nel mondo dell'immaginazione, anche per questo molti geni son definitivi visionari.

    RispondiElimina
  10. Realtà e fantasia non esistono. Sono solo un bug di matrix ;)
    Appena ho un pò di tempo le leggo tutte le tue "futuraggini"... davvero geniali, complimenti!
    Per l'articolo sulla Cina, beh, lì non hanno ancora aggiornato matrix alla 2.0 ;)

    RispondiElimina
  11. @ Eva: hai accorciato le distanze:-)

    @ Eddy: grazie "matrix a te" LoL

    RispondiElimina