venerdì 25 marzo 2011

Non c’è il due senza il tre

Faccio rientrare questa curiosità letteraria nella rubrica relativa agli scrittori famosi, in attesa di partire con le curiosità che riguardano gli scrittori emergenti (arriva, arriva), anche se si tratta di una particolarità in comune, in questo caso, con tre scrittori e non con uno solo.
È una data questa volta a essere evidenziata e si tratta del 23 aprile 1616.
Be’ è la data che corrisponde la giorno della loro loro morte, naturalmente.
Ora non sapevo che la possedessero in comune e questa  "rivelazione"  mi ha  in verità un pochino sbalestrato. La vita è davvero strana, ma la morte... è piena di soprese.

6 commenti:

  1. Di Cervantes e Shakespeare lo sapevo, non immaginavo che anche Garcilaso de La Vega fosse morto lo stesso giorno.
    Sarebbe bello costruirci un racconto sopra...

    RispondiElimina
  2. Oddio... per onestà dovrei ammettere di non conoscere Garcilaso de la Vega ma poi Ferruccio non mi guarderebbe più in faccia...

    Quindi farò finta di essere molto colpita, MA DAII pure lui? :O

    Orpo!

    RispondiElimina
  3. @ Michela, Michela, mi fai morire XD

    RispondiElimina
  4. Pensavo volessi andare a parare sul 616, che secondo History Channel sarebbe il vero Numero della Bestia (recenti traduzioni dei primi vangeli avrebbero svelato un’imprecisione tramandata fino a oggi), con buona pace di tanti e tanti film che hanno usato il 666 per anni e anni …

    … e invece tu mi tiri fuori la data di morte di Cervantes, Shakespeare, e quell’altro amico tuo! No, non me l’aspettavo. Pensa te la Morte, se non ha umorismo. Black – of course – but still humour.

    RispondiElimina
  5. @ Giuda: sempre umorismo è, giusto:-)

    RispondiElimina