domenica 6 marzo 2011

Il titolo che hai sempre sognato

Se stamattina vi trovate a leggere questo post perché avete un pacco di soldi da investire, vi avverto subito che avete sbagliato blog. 

Be' abbiate pazienza. Di sicuro, non troverete consigli utili per migliorare la resa in percentuale del vostro conto in banca, dedicandomi qualche minuto. Questo articolo non vi dà per nessun motivo un parere su come investire il vostro denaro in titoli, che siano a basso o ad altro rendimento. Nessuna consulenza finanziaria.

Il titolo di cui parlo è quello che, anche a dispetto del romanzo che illustra – magari orribile – avreste voluto vostro.
Non pensate a un romanzo o a un saggio che vi è piaciuto. Non concentrate la vostra attenzione sul vostro autore  preferito. Non è che quello che desidero sapere.

Niente di tutto questo.
Un titolo.
Soltanto un semplice titolo. Lo so che esiste.
Pensate a un qualcosa che appena lo avete letto esposto in una libreria vi siete detti: “La miseria, lo avrei voluto mio… questo sì che spacca”.
Nulla di più semplice, insomma.
Magari, i vostri commenti, mi forniranno ottimi suggerimenti per il futuro.

6 commenti:

  1. Domanda magnifica! Imbarazzo della scelta immane, non so davvero da dove cominciare! Buttando un occhio sui miei libri ti dico che "Il mugnaio urlante" mi colpì prima per il titolo, poi lessi trama e parole d'elogio per Paasilinna, ma probabilmente l'avrei preso anche solo per quello, ciò significa, restando in tema, che mi piacerebbe averlo inventato di mia sinapsi per un romanzo personale...
    Ho preferenza per titoli weird e non banali, anche se dovessi cimentarmi in qualcosa di cinematografico ambirei a titoli di quel genere. Lista lunga, insomma... ;)

    RispondiElimina
  2. "Shakespeare non l'ha mai fatto" (Charles Bukowsky). Titolo che poi ho ripreso e storpiato per un mio recente articolo.

    E.

    RispondiElimina
  3. Ce ne sono di sicuro tanti..ma il primo che mi viene in mente è
    " Il meglio che possa capitare a una brioche" di Pablo Tusset.
    L'ho acquistato incuriosita dal titolo..
    racconto simpatico..ma la parte che merità di più di tutto il libro è appunto il TITOLO..capisciammé ;)

    RispondiElimina
  4. Gente, grazie: titoli favolosi:-)))

    RispondiElimina
  5. Ahhh, che bell'idea...sicuramente ne ho tanti che mi han incuriosito...adesso me ne viene in mente solo uno. Abbinato ad un libro che poi non mi è garbato per niente! L'eleganza del riccio. E buona domenica! :)

    RispondiElimina