sabato 8 gennaio 2011

In cerca di Eva

8 gennaio 2016 –  Ci sono persone che trascorrono l’intera vita senza cambiare un’opinione. Mai! Crollasse il mondo continuano imperterriti a perseverare nelle loro fissazioni e nelle loro manie. Forse lo fanno anche adesso a dispetto dei Gialli e delle pandemie. Ne esistono atre, invece, a cui basta un battito di ciglia per stravolgere tutto. A me è bastato vedere, due sere fa, un vecchio film western del secolo scorso:  “Balla con i lupi”! Non so se lo ricordate. Non credo sia il caso che ve la racconti comunque.
Confesso che mi sono chiesto che fine abbia fatto l’interprete del film, ma a dire il vero non mi importa molto se ora è infettato o se fa parte della resistenza e si nasconde in qualche luogo tra le Badlands del Dakota dove aveva girato questo film. Non ha nessuna importanza questo dettaglio, d’altronde non è di Kostner e del film in toto che voglio parlarvi, visto che siamo finiti tutti in terre cattive.
Ma l’altra sera quel film, mi ha riproposto davanti agli occhi una sequenza che avevo dimenticato e che rivedendola mi ha scosso e costretto finalmente a reagire.
Non ha senso aspettare che i Gialli giungano all’imbocco di queste gallerie. Non ha senso aspettare che mi prendano. No, vado io ora a prenderli. Non possiedo una divisa d’ordinanza e neppure un cavallo fedele. Non ho una sciabola scintillante e neanche una bandiera a stelle a strisce.
Ma vado a prenderli. So che difficilmente potrò fare amicizia con i gialli come succede a Dumbar nel film con i guerrieri Sioux, ma è tempo di uscire e cambiare queste terre cattive.
Un po’ di merito in questa scelta, naturalmente, lo devo a Nick. Anche lui in un commento di lunedì mi ha consigliato di scendere a valle. Mi ha chiesto di avvicinarmi a Milano e studiare un piano per poterci incontrare, con lui e con qualche altro sopravissuto. Suppongo che lo farò, malgrado possa essere una trappola, perché nessuno, purtroppo, mi leva dalla testa l’idea  che anche il povero Nick sia rimasto infetto.
Ma è un rischio che devo correrò.
Non so cosa incontrerò in Valsassina. Ho letto sui blog che riesco a visitare di strane cose. So che la Brianza è un campo di battaglia e Milano e probabilmente è un merdaio di gialli.
In giornata, tuttavia, saluto il rifugio. Mi lavo, mi rado la barba in qualche modo, mi taglio i capelli, indosso quei pochi vestiti decenti che mi sono rimasti e scendo a valle. Saluto camosci e stambecchi e volo via, in guardia  e vigile come un eroico cavaliere antico.
E come un cavaliere antico andrò alla ricerca della mia Eva. Perché dobbiamo ritrovare la speranza e con questa ricreare un paradiso nuovo, pulito, sano e disinfestato da questi immondi Gialli.
E con la mia Eva rifarò una famiglia.
Sì! Creerò una famiglia e state certi che mio figlio non saprà mai di quei bastardi Gialli. 

Vedi anche:

10 commenti:

  1. che sta succedendo? anch'io inizio a pensare che non è più il momento di rimanere tappati, ma di imbracciare la balestra e inchiodarli al muro.

    ci incontriamo a metà strada?

    RispondiElimina
  2. Garantito: è il momento di spaccare tutto:-)))

    RispondiElimina
  3. Non posso che applaudire. Se davvero bisogna cadere che avvenga mentre facciamo qualcosa e non mentre ci si nasconde in un angolo buio. Auguri!

    RispondiElimina
  4. @ Angelo: magari mi sbaglio, ma ho la netta sensazione che non siamo fatti per soccombere... Ho sfiorato il suicidio (personaggio parlando), ma ora se mi date un Giallo lo infetto io:-))

    RispondiElimina
  5. Io ho il mare che mi circonda ci protegge e ci "isola" dai gialli e dalla merda, però andare in continente e reclutare un'armata non sarebbe male....incontriamoci a Porta Pia da quelle parti ci dovrebbe esser già un buco...
    http://correntedipensiero.blogspot.com/2010/10/ti-faccio-una-promessa.html

    RispondiElimina
  6. Azzeccato Mark, se ti interessa dai un'occhiata al banner con il link del progetto Survival Blog

    RispondiElimina
  7. (personaggio off )
    Io infetto ?
    Ma se schiatto...oops volevo dire scoppio di salute .
    (personaggio on )
    Bene Ferru.
    E' arrivato il momento d'incontrarci.
    Riprendiamoci la nostra terra.

    RispondiElimina
  8. Off: ehi, questo racconto si comincia a tingere di rosa? Io preferisco il rosso del sangue :P

    RispondiElimina
  9. (personaggio on) Se imboccate l'A1 e scendete all'altezza di Orvieto, ci sono sette tizi da far fuori e un cannibale da liberare... Non sono gialli, ma voi ammazzateli lo stesso... ma prima fatevi dare la chiave delle manette che mi hanno messo alle caviglie!

    RispondiElimina
  10. @ Nick: quando e dove?

    @ Daniele: una volta eliminati i Gialli, mi sposo e vi invito tutti:-)

    @ Ariano: ok se capitiamo da quelle parti, non ci faremo impressionare:-)

    RispondiElimina