lunedì 24 gennaio 2011

Il libro più piccolo del mondo

Per la gioia di qualche mio amico blogger comunico che sono quasi agli sgoccioli con questi particolari “primati letterari”. Ormai sto raschiando il barile e se non  mi sogno qualche strano primato o se non interviene qualche santo a darmi un aiuto, presto dovrò chiudere questa rubrica. Naturalmente la chiudo perché non ho più record da segnalare, mica perché è fallita. Anzi, in realtà e andata stupendamente la rubrica, alcuni primati mi hanno veicolato molto traffico e anche come numero di commenti non mi lamento dei risultati.
Ora questo potrebbe essere l’ultimo post del genere – anche se non è detto che lo sia. 
In ogni caso oggi segnalo il libro più piccolo del mondo. Certo, in realtà, chiamarlo libro non ha molto senso perché stiamo parlando di un chip  integrato. Il “volume” si chiama  Teeny Tom from Turnip Town è si può leggere soltanto con l’ausilio di un microscopio visto che le sue misure sono di 0,07 per 0,10 mm! L’intera “vicenda” di Tom si svolge in uno spazio di 30 microtavole, che misurano dagli 11 ai 15 micron.

12 commenti:

  1. Caspita, anche con la lente d'ingrandimento mi dan fastidio gli occhi al solo pensiero. °_°

    Oh, la rubrica non può morire! Dai, c'è ancora Il libro più scurrile del mondo (va beh, ci sarà, dai), Il libro più tradotto del mondo (la Bibbia e gli altri testi religiosi non valgono) e Il libro più lungo del mondo (magari l'hai già fatto, ma non mi sembra o non ricordo), poi ci facciamo venire altre idee.

    RispondiElimina
  2. Sul guinness dei primati ho letto di un poema trascritto su un capello e di un canto della Divina Commedia trascritto su un francobollo, non so se ti può servire da spunto...
    P.S.: hai letto il mio ultimo commento sul post precedente? Ti ho assegnato un ennesimo Sunshine Award (vedi il mio post odierno).
    P.S.2: Sono stato informato del tuo progetto di venirmi a salvare ;-)
    Ti ringrazio del pensiero. In effetti ormai la mia storia volge alla conclusione, però se vuoi è possibile una visita da lontano, tipo visitatore che, da una fessura, può vedere come è ridotto lo psicopatico pluriomicida cannibalesco Ariano Geta... se ti interessa possiamo coordinare i dettagli.

    RispondiElimina
  3. @ Giuda: qualcuno solidale, il romanzo più lungo l'ho fatto, tradotto non ricordo, devo verificare... gli altri devo verificare:-)

    @ Ariano: qualcosa bisogna combinare:-)

    RispondiElimina
  4. Si va bene fare scalpore e far parlare di se, ma quel libro a chi serve? Soffia il vento e finisce in casino, per non parlare della scomodità a leggerlo...

    Continuo a preferire rovecraft a questo tom

    RispondiElimina
  5. Dai, penso a qualche record e te lo suggerisco ;)

    RispondiElimina
  6. @ Ti capisco PalleQuadre, senza dubbio è meglio leggere Lovecraft:-)

    @ Daniele: allora non fai parti di quelli stufi della rubrica? LOL

    RispondiElimina
  7. Un primato, non accettato nel Guinness perché troppo specifico, è il gioco di ruolo più grande del mondo: http://lh4.ggpht.com/_KCqmiIIHgUI/SRGNvW3NEaI/AAAAAAAAB4k/uFEZkIO7idA/02112008098.jpg.
    Mauro.

    RispondiElimina
  8. @ Mauro, grazie sul suggerimento... ma cerco principalmente primati letterari, anche se molti non sono nel libro dei Guinnes:-)

    RispondiElimina
  9. Uno scritto col sangue, di chi fai tu!

    RispondiElimina
  10. Non mi lasciare senza notizie curiose come questa del libro + piccolo, arricchiscono la vita, ciao

    RispondiElimina