sabato 1 gennaio 2011

Anno nuovo, vita nuova… o no?

Buon anno a tutti. Ricominciare un anno con il piede giusto credo sia la cosa più conveniente da fare e cosa c’è  di meglio che proporre un post pieno di buoni propositi. Magari, poi, durante l’anno, potrà accadere qualcosa di eclatante e imprevisto che mi farà cambiare opinione, ma le cose che intendo segnalarvi stamani le medito da qualche tempo e quindi, conoscendo la cocciutaggine  e la determinazione che mi caratterizza, dubito che non le  presenterò sul blog.
Naturalmente non abbandonerò le vecchie rubriche. Continuerò a postare articoli con delle curiosità riferite a scrittori celebri. Insisterò con le notizie provenienti dal futuro (sono molto contento del successo che hanno) e mi darò da fare per trovare sempre qualche nuovo primato letterario. Probabilmente ricomparirà qualche storia legata a qualche libro in mio possesso. è ovvio che finirò anche  quella dannata serie riferita a un calendario particolare: a tal proposito vi comunico che nella serata arriverà  la “recensione” di “I due volti di gennaio” di  Patricia Highsmith.
Andrà avanti anche il romanzo a puntate (domani sarà postata l’ottavo episodio).
E allora, di nuovo cosa c’è, chiederete voi?
Di nnnuuuooovvvooo… sono in dirittura d’arrivo con le curiosità attorno a scrittori emergenti e suppongo che già da Gennaio comparirà sul blog il primo articolo riguardante aneddoti su scrittori  per il momento non conosciuti a sufficienza. Ma voglio anche realizzare interviste a uomini di blog e lanciare come si deve il mio concorso letterario.
Tutto questo, è ovvio, in un ruolo di secondo piano rispetto alla scrittura di racconti e romanzi.
E il lavoro?
Be’ il lavoro, quello vero, che vada all’inferno con la crisi J

10 commenti:

  1. Ahahaha, bella l'ultima frase, che voglio condividere appieno :)

    Ottimi proposito, che seguirò!

    RispondiElimina
  2. Ferru ma stai dicendo che hai FIN TROPPO tempo libero?

    Buon anno... tanti auguri :)

    RispondiElimina
  3. Macché non ne ho affatto: è che mi sono intrippato in questa faccenda e non ne esco più :-)))

    RispondiElimina
  4. Coraggio Ferruccio, il lavoro NON nobilita l'uomo, ma almeno porta qualche euro sul c/c a fine mese. Sembra che servano per sopravvivere...
    E riguardo il blog, noi siamo in attesa di scoprire cosa ci riservi per il 2011 ;-)

    RispondiElimina
  5. @ Ariano: eh sì caro, sembra proprio così, maledetti soldi:-)

    RispondiElimina
  6. @ grazie sekhemty, facciamolo cominciare bene:-)

    RispondiElimina
  7. Posso intromettermi anche se è già il 3 gennaio? Come puoi immaginare brucio dalla voglia di sapere su cosa verterà il tuo nuovo premio letterario. Diciamo che ci sto prendendo gusto a queste cosa. L'importante è che non sia qualcosa tipo: 27 parole per riassumere il vostro libro preferito (ach, forse non dovevo darti l'idea!)
    Temistocle

    RispondiElimina
  8. Buona idea Tim, ma credo che riproporrò 2dedica un racconto al tuo autore preferito"
    Potresti proporlo tu un simile concorso, no?

    RispondiElimina