sabato 4 dicembre 2010

Book In and Book Out

Accidenti! Non resisto alla tentazione di chiedere quale sia stato per voi il libro più bello che avete letto quest’anno. Lo so che non è ancora il momento di fare statistiche e resoconti di fine anno, manca ancora un mese all’incirca, ma è più forte di me. D’altronde non si tratta di una richiesta posta soltanto per meri motivi statistici. Le vostre risposte mi serviranno per verificare se nelle strenne che ho intenzione di fare per Natale, ho trascurato qualche titolo importante o al contrario ne ho inserito qualcuno che non vale la pena introdurre.
Insomma la voce In e Out parlano chiaro,no?
Semplicemente vi prego di inserire in un commento quale ritenete sia stato per voi il libro “In” dell’anno, soltanto il titolo e l’autore. Poi, se lo desiderate, potete anche segnalare un titolo “out”: un libro, insomma, che vi ha deluso.
Non butterò nulla e con i titoli “In” creerò una lista dei desideri che proporrò in un post tra qualche giorno.

21 commenti:

  1. Penso che quello che m'è piaciuto di più quest'anno sia stato "Il Vangelo secondo Gesù Cristo" di Saramago, assieme alla "Vita Nuova" di Dante. :D
    Uno meglio dell'altro...

    Buon week end, Ferruccio! ^_^

    RispondiElimina
  2. Grazie Angelo, buon week end pure a te:d

    RispondiElimina
  3. Uh, pur avendo memoria corta, il libro che ho amato di più quest'anno è stato La Simmetria Dei Desideri di Eshkol Nevo. Quello più deludente, Un Giorno di David Nicholls, fra i vari. Buon sabato di sole!

    RispondiElimina
  4. @ Charlie: non conosco nessuno dei due: grazie:-)

    RispondiElimina
  5. Ci sono due libri letti quest'anno che metto al primo posto: L'alligatore di Massimo Carlotto e L'elenco telefonico di Atlantide di Tullio Avoledo. Quelli che invece mi hanno deluso totalmente sono stati diversi, ma visto che quando è così ne lascio la lettura dove capita, difficilmente ne ricordo i titoli.
    Temistocle

    RispondiElimina
  6. Grazie Tim, nei prossimi giorni realizzerò un post con i libri citati:-)

    RispondiElimina
  7. manca ancora qualche settimana, ma dubito che in questo tempo leggerò qualcosa di meglio di Hyperion di Dan Simmons. anche se ha avuto dei degni avversari.

    anche il peggio l'ho lasciato da poco, quel nova swing di m.j. harrison.

    RispondiElimina
  8. Per non smentire la mia fama di nerd jeekoso citerò tra gli IN il volume horror"il 18 Vampiro "di Claudio Vergnani e "il Porto degli spiriti" di Lindqvist.
    Del resto potevate pensare che il sinceramente vostro non citasse qualche libro Horror?

    RispondiElimina
  9. @ Temistocle, ok

    @ Piscu: ottimi suggerimenti:-)

    RispondiElimina
  10. @ Nick: molto bene, con simili consulenti letterari potrò proporre libri di altissimo livello.

    ma vale per tutti, eh:-)

    RispondiElimina
  11. Purtroppo ormai leggo troppi pochi libri (una decina all'anno) e quasi tutti classici, quindi non so se posso esserti d'aiuto. Dico solo che mi convinco sempre di più che Pirandello é inarrivabile.

    RispondiElimina
  12. @ Bene Ariano... Nell'elenco metterò anche Pirandello e la supplica di non dimenticare i classici:-)

    RispondiElimina
  13. "Il traduttore del silenzio" Daoud Hari
    "Donne" C.Bukowski
    "Il tredicesimo Apostolo" Michel Benoit

    Uno per non dimenticare
    Uno per il profumo del "sesso"
    Uno per provare a vedere il mondo da un'altro punto di vista

    hasta la vista....;-)

    RispondiElimina
  14. I migliori senz'altro tutti quelli della saga "Twilight", e i relativi cloni.
    Sn trppo belli! I lovvo i vampiri!

    RispondiElimina
  15. Grazwie Alex: ho capito l'antifona, i lowo vampironi sono bellissimi uh uh:-)

    RispondiElimina
  16. La strada di Cormac McCarthy.

    RispondiElimina
  17. Ciao, i libri più belli che ho letto quest'anno son quelli di Vadim Zeland, la trilogia sul reality transurfing, ovvero 1) "Lo spazio delle varianti" 2) "Il fruscio delle stelle del mattino" 3) "Avanti nel passato". Mi è piaciuto molto anche "La psicologia della persuasione" di Kevin Hogan. Quest'anno ho letto più che altro libri "utili alla ragione", ma visto che l'anima giustamente si è ribellata, ho pensato anche a lei ed ho riletto qualche racconto di Raymond Carver.

    RispondiElimina
  18. Grazie Eva, per la visita e per il commento... libri interessanti, con un autore da urlo nel finale:-)

    RispondiElimina