sabato 10 luglio 2010

La creatività aumenta con un animale in casa

Svolgendo ricerche, andando a leggere biografie, ho scoperto che molti scrittori e molti personaggi che lavorano nel campo dell’arte hanno un rapporto particolare o privilegiato con gli animali. 

Mi basta ricordare il pappagallo di Celine (ne ho parlato in qualche post addietro), oppure i gatti che popolavano e popolano ancora la casa di Hemingway a Key West. Ho letto che Jack Kerouac trascorse gli ultimi anni della sua vita con un’intera famiglia di gatti in casa. Ma anche David Foster Wallace con il suo cane non si sottraeva a questa regola, e li lista potrebbe andare avanti all'infinito. Insomma sembra che la creatività aumenta con una animale in casa.

Naturalmente anch’io nel mio piccolo appartengo a questa schiera di persone. Per anni ho avuto vicino la presenza di un gatto e ricordo che mentre scrivevo si sdraiava tra la tastiera e l’unità centrale del computer e lì restava finché terminavo la giornata. Restava lì per ore e ore. Tranquillo e senza pretese. Non mi disturbava assolutamente e quando avvertivo qualche blocco nella scrittura apriva gli occhi e mi guardava come se volesse suggerirmi la soluzione di un passaggio difficile o chissà che altro.

Un vero fenomeno.

Ora, immagino che un animale sia di compagnia a chiunque, artista o non artista. Ma la curiosità di sapere quale sia l’animale che più vi stimola nel difficile compito di scrivere un racconto o un romanzo, compilare un pentagramma musicale o anche solo a suggerirvi i colori da utilizzare per dipingere un quadro è troppo forte. O forse, molto più semplicemente, si tratta soltanto del bisogno di sapere quale animale possedete o vorreste possedere.

15 commenti:

  1. Ciao Ferruccio!
    Dal momento che non ne ho avuto occasione prima mi presento, sono Michela!
    Sono arrivata qui dal blog di Daniele, e mi piace moltissimo il tuo :)

    Scusa che riprendo un post tanto vecchio, ma adoro gli animali :)
    Attualmente ho due gatti, un ragno e tre ratte da compagnia :)

    RispondiElimina
  2. Benvenuta Michela e grazie dei tuoi contributi:-)

    RispondiElimina
  3. Adoro i gatti, sono i miei animali preferiti e finalmente lo scorso mese è arrivata Mimì, un'adorabile e divertentissima micetta che ci ha fatto perdere la testa! Saltella a 4 zampe come nei cartoni animati, ahahahaha è uno spasso incredibile!

    RispondiElimina
  4. Ehi! A proposito di gatti: io avrei due micini, nati a maggio, pronti ad adottare un padrone.

    Volontari?

    RispondiElimina
  5. @ Iguana Jo: bisognerebbe proporli su FB magari si trova qualcuno dalle tue parti, ma a quanto pare di gattari in giro ce ne sono:-)

    RispondiElimina
  6. Ci stiamo lavorando. A breve qualche foto comparirà in giro per la rete.

    RispondiElimina
  7. il mio Nerone mi accompagna silenzioso i ogni momento della giornata...ma l'animale che vorrei tanto possedere è un gufo, o una civetta.

    RispondiElimina
  8. @ Liber@discrivere: affascinanti, concordo:-)

    RispondiElimina
  9. E la gatta del Petrarca? Un po' horror un po' esoterica... anche io ho un gatto ed è il mio compagno di letture e ispirazioni!!

    RispondiElimina
  10. @ Loveandbooks: e sì ci credo... era un maschio il mio: MIC

    RispondiElimina
  11. Ho molti animali da compagnia, ma la mia fissa compagna di scritture è Flik (nella foto del mio avatar)! Gli animali di certo aiutano la creatività, non so bene come spiegarlo... forse ci aiutano a creano un legame più autentico con le cose...

    RispondiElimina
  12. io leggo sempre i miei racconti ad Achille,il mio cane,è l'unico a dar soddisfazioni al mio lato "artistico",ma anche non eccelso. Sono amici e compagni fidati,migliorano la vita a tutti,anche a un brianzalotto brontolone come me :-)

    ciao e buona giornata

    RispondiElimina
  13. ho un gatto nero che mi ha ispirata per ogni cosa, e così ho deciso di prenderne un altro, nero nero ed uguale come lui! Fisicamente sono identici, anche se con due caratteri completamente diversi! Il piccolo ad es., dopo che scrivo, mi strappa le pagine!

    RispondiElimina