martedì 1 giugno 2010

Un giugno da trincea

Giugno è un mese particolare. Finiscono le scuole e inizia l’estate. Arriva il caldo e si fanno le ore piccole più volte la settimana. Si può mangiare all’aria aperta e… giugno è anche il mese dove sono in programma i Mondiali di Calcio. Un mese perfetto per battagliare e correre su un prato verde. D’altra parte, a giugno, di battaglie se ne sono svolte parecchie e non solo sportive. Già. La storia è piena di eventi di questo genere. Ne elenco alcuni:
Napoleone Bonaparte, il 18 giugno 1815, fu distrutto a Waterloo.
A Magenta il 4 giugno 1859 ci fu uno scontro fra austriaci e franco-piemontesi.
Il 25 giugno 1876, il Tenente Colonnello Custer e il suo settimo cavalleggeri furono massacrati in uno scontro da una forza combinata Lakota Sioux, Cheyenne e Arapaho.
Il 22 giugno 1941 comincia pure l’Operazione Barbarossa diretta alla conquista del territorio Russo.
Il 4 giugno 1942, invece, è la volta della battaglia navale nelle MidWay.
Il 6 giugno del 1944 è il giorno dello sbarco in Normandia.
E poi? Poi abbiamo la battaglia del Sinai il 5 giugno del 1967.
Bene, direte voi, e gli altri mesi non ci sono battaglie?
Eccome ci sono, ma siccome questo mese sono in "trincea" per via di un bel po’ di concorsi in cui mi sono impegnato, pensare a certe battaglie e fare un’associazione è stato del tutto naturale.
Si parte con USAM, un concorso che si svolge sul forum di Edizione XII, dove in questa sessione dovrò vedermela con scrittori di qualità altissima. Ma per Edizioni XII inizia pure l’eliminatoria del Circo Massimo. Poi c’è Scheletri, con altri due concorsi a cui sono iscritto. Se a tutto questo aggiungiamo un racconto che voglio inviare a Latelanera per il NeroPremio vi viene facile capire il motivo per cui parlo di una battaglia in trincea.

Nessun commento:

Posta un commento